vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Mercoledì l’incontro con Ernesto Galli Della Loggia a Vasto

Più informazioni su

VASTO. “La scuola attuale è sempre più giudicata insignificante a cominciare dai suoi stessi alunni e dai loro genitori, perché essa per prima, illudendosi di guadagnarne chissà quale libertà, ha rinunciato al suo massimo significato, ha accettato il proprio declassamento a una dimensione puramente tecnico­-operativa, quando va bene a dispensatrice di saperi anziché di cultura.” (Ernesto Galli Della Loggia, L’abbandono della scuola al tempo dell’abdicazione della Politica, Corriere della Sera, 15 gennaio 2017)

Ernesto Galli Della Loggia, storico, docente universitario, editorialista del Corriere della Sera, è uno dei maggiori intellettuali italiani.

Mercoledì prossimo 19 aprile, dalle 17, presso l’auditorium per l’Agenzia per la Promozione Culturale di Vasto (in via Michetti 63) terrà una conferenza dal titolo: “Contro il pensiero maggioritario” sul tema della scuola italiana.

 

È questa la seconda della serie di quattro conferenze sulla scuola italiana organizzate, in collaborazione, dall’Associazione civica Porta Nuova e dalla sezione di Italia Nostra del Vastese.

Le conferenze, riconosciute ai fini della formazione dei docenti ai sensi della Direttiva 170/2016, sono gratuite e aperte a tutti.

L’iniziativa, che va sotto il titolo di “Società liquida, scuola gassosa”, si propone di fissare l’attenzione sulla situazione di grave e crescente degrado che la scuola italiana ormai da tempo attraversa. Ciò nella convinzione che il problema scolastico sia segno e conseguenza di una profonda crisi morale culturale e politica che attraversa l’intero sistema.

Guarda la locandina degli eventi: Locandina

Ricordiamo gli altri appuntamenti (sempre presso l’Agenzia per la Promozione Culturale di Vasto):

GIULIO FERRONI (Università “La Sapienza”, Roma)

“Buona scuola”, scuola fuori tempo

Giovedì 27 aprile, ore 17

BRUNO FORTE (Arcivescovo di Chieti-Vasto)

Le trasformazioni del post-moderno e la sfida educativa

Giovedì 4 maggio, ore 17.

Più informazioni su