vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Biomassa e cooperative di comunità, weekend di studio a Tufillo

Più informazioni su

TUFILLO. Weekend di studio a Tufillo su l’ utilizzo della biomassa, autogestione dei rifiuti, cooperative di comunità, opportunità di lavoro per i comuni dell’entroterra. L’appuntamento è per sabato 29  aprile (parte teorica) e domenica 30 aprile (visita dei siti per la realizzazione di impianti sperimentali a biomassa).

L’ obiettivo del weekend di studio è spiegare alle amministrazioni comunali un fatto che l’ industria e la criminalità organizzata hanno capito da tempo: i rifiuti sono una materia prima come un altra e il loro riciclaggio è un’ opportunità di guadagno. Si può presentare l’ autogestione dei rifiuti da parte dei comuni come metodo di prevenzione all’ infiltramento di attività malavitose per la costruzione di centrali a biomassa alimentate, alla fine, con qualsiasi materiale di origine organico: pneumatici, rifiuti zootecnici che arrivano in recipienti chiusi a stagno, cippato importato da altri continenti.

Il termocompost, un metodo che verrà presentato durante il weekend di studio per la produzione di energia termica e terriccio utilizzabile in agricoltura, è solo una delle attività gestite dalla cooperativa di comunità da costituire per la gestione dei rifiuti. Durante il weekend di studio inizieremo a elaborare un business plan per lo smaltimento redditizio di tutti i rifiuti, creando nuovi posti di lavoro per la popolazione locale in edilizia, pastorizia, agricoltura e accoglienza turistica:

Edilizia:
utilizzo di vetro, carta e cartone per l’ isolamento termico degli edifici

Pastorizia:
manutenzione delle fasce parafuoco attraverso il pascolo per la produzione di carne e latticini per il consumo locale

Agricoltura:
produzione di piantine e terriccio per gli orti della zona in serre comunali riscaldate dal termocompost alimentato con il cippato proveniente dalla creazione delle fasce parafuoco

Turismo:
1. realizzazione di progetti agricoli interessanti, capaci di attirare turisti in cerca della possibilità di partecipare nei lavori agricoli
2. accesso a spazi abitabili inutilizzati per l’ accoglienza turistica e per il ripopolamento della zona con giovani pastori, boscaioli e agricoltori
3. ristorazione a base di prodotti locali

Non è necessario iscriversi per partecipare al weekend di studio.
Per dare agli organizzatori un idea approssimativa del numero di persone da aspettarsi, è possibile confermare la propria adesione rispondendo a questa mail.
Durante il pranzo di sabato, 29 aprile, verrà chiesto un’ offerta libera ai partecipanti per coprire le spese di viaggio dei relatori.
Inoltre, è possibile contribuire con un piatto preparato in casa con prodotti locali.

Più informazioni su