vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastese, Bolami: “Per i playoff non è ancora detta, lavoriamo per un futuro longevo”

Più informazioni su

VASTO. La Vastese vuol provarci. Nessuna vacanza anticipata, c’è una flebile possibilità di raggiungere ancora i playoff, difficile si ma non impossibile. Dopo le due trasferte consecutive domenica prossima, a un mese di distanza dall’ultima volta, capitan Fiore e compagni, nell’ultima giornata del girone F, torneranno a calcare il manto erboso dell’Aragona ricevendo l’Olympia Agnonese in un incrocio decisivo per acciuffare il quinto posto occupato attualmente proprio dai molisani(48 punti) che in caso di vittoria a Vasto centrerebbero l’obiettivo senza dover fare affidamento su un altro risultato amico. Al contrario della Vastese, al momento 8° a quota 45, obbligata al successo che vorrebbe dire aggancio agli agnonesi ma senza certezza dei playoff. Bisognerà sperare nel pareggio tra Sammaurese e Monticelli entrambe appaiate in sesta posizione con 47 punti. Se alla fine dei novanta minuti dovesse disegnarsi un quinto posto affollato con le quattro squadre ferme a 48 punti la classifica avulsa premierebbe la Vastese. Ecco perché vale la pena provarci come confermato anche dalle parole del presidente Franco Bolami, se poi la stagione dovesse concludersi ufficialmente tra tre giorni la società è già pronta a rimboccarsi le maniche per i programma futuri.

Presidente Franco Bolami, quelli contro l’Agnonese saranno gli ultimi novanta minuti della stagione o speri possano essercene altri in questo mese di maggio?

“Siamo in ottava posizione ma abbiamo l’obbligo di provarci, la Vastese scende in campo sempre per vincere, è vero che all’Aragona abbiamo perso per strada punti importanti in questi ultimi mesi ma domenica vogliamo battere l’Agnonese per cercare di acciuffare i playoff, altrimenti saluteremo comunque il nostro pubblico con una vittoria”.

A proposito di tifosi, domenica ti aspetti un’Aragona caloroso e numeroso? “Me lo auguro, spero che i vastesi come fatto finora accompagnino i ragazzi in campo fino all’ultimo secondo, c’è ancora una battaglia da vincere e dobbiamo riuscirci tutti insieme per provare ad allungare la stagione, sono certo che chi ha a cuore i colori biancorossi sarà sugli spalti anche domenica per far sentire il proprio calore, serve l’aiuto da parte di tutti”.

La situazione è comunque in bilico, i playoff potrebbero non essere centrati anche in caso di vittoria, resterebbe l’amaro in bocca o si parlerebbe comunque di stagione positiva?

“Quando con il nuovo corso ci siamo insediati nel luglio del 2015 avevamo parlato di progetto triennale, un anno fa abbiamo vinto l’Eccellenza, in questa stagione da neopromossa qualche soddisfazione è arrivata, vogliamo stabilizzarci in Serie D, nessuno vuole fare voli pindarici, dopo anni di buio abbiamo riportato la luce e di certo non vogliamo deludere la piazza, resterà comunque una stagione assolutamente positiva, quando due anni fa abbiamo deciso di entrare in questa società io e i miei compagni di viaggio lo abbiamo fatto con voglia e determinazione, gli errori ce ne sono stati ma nessuno è perfetto, solo chi non rischia è certo di non sbagliare”.

Domenica a Civitanova la Vastese ha concluso la partita con in campo sei under di cui due classe 1999 del proprio settore giovanile, è un motivo d’orgoglio?

“Certo, la Vastese guarda ai suoi giovani con la massima attenzione, stiamo lavorando fortificare ancor di più il settore giovanile, nei prossimi giorni ci saranno degli incontri per definire alcune situazioni ma siamo sulla strada giusta, sono contento per gli esordi di Napolitano e Alberico ma non dimentichiamoci della presenza dei due under Tafili e Rinaldi al Torneo di Viareggio e anche dei due o tre giovani che andranno da lunedì al torneo di fine stagione di Serie D riservato ai ‘99”.

Tornando alla prima squadra, possiamo svelare già alcune certezze riguardanti la prossima stagione?

“Tutto verrà deciso al termine della stagione, c’è da chiudere la stagione al meglio, non sappiamo se domenica sarà l’ultima giornata o ce ne saranno altre ma le decisioni definitive verranno prese a campionato concluso, la società è al lavoro per garantire un futuro importante, noi vogliamo preferiamo i fatti, le chiacchiere lasciamole agli altri”.

Più informazioni su