vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Holi Color Day ad Atessa con Dj Osso di m2o, Nausica, Marica Voice e Mark Storm foto

Più informazioni su

ATESSA. Si terrà il 2 giugno allo Stadio Comunale di Montemarcone di Atessa l’Holi Color Day, la festa più colorata d’Abruzzo. Dopo le 4000 presenze dello scorso anno, la terza edizione dell’iniziativa, organizzata dall’associazione LOL Asd e Glemad Eventi e patrocinata dalla Regione Abruzzo e dal Comune di Atessa, prevederà un ricchissimo programma e tanti ospiti.

Le festa inizierà al mattino, alle 10.00, con l’Abruzzo Color All Runners, organizzata in collaborazione con Tribù Frentana, una corsa divertente e colorata con un percorso di 5 km lungo il quale saranno allestiti quattro postazioni di lancio colore.

Da mezzogiorno inizierà invece il color festival che per il terzo anno consecutivo animerà Atessa, peraltro prima città in Abruzzo, il 2 giugno del 2015, a entrare a far parte del circuito Holi.

Dodici ore di musica no stop, da mezzogiorno a mezzanotte, con un programma musicale animato da tredici dj set: alle 12.00 si comincerà con la selezione musicale curata da “La vendetta dei dj”, alle 13.30 sarà la volta di Prince, alle 14.30 salirà in consolle Francesco Cicchini, alle 15.30 Enrico D’Amico, alle 16.15 Luigi Cicchini, alle 17.00 Luigi Fioravante, alle 18.00 Dj Osso, che produrrà in esclusiva per l’”Holi Color Day” un dj set fuori dagli schemi basato sulla musica anni Settanta, Ottanta e Novanta con contaminazioni di musica house e commerciale. E poi ancora alle 19.30 sarà la volta del sound caldo e ritmato di Nausica, nota dj e producer del Nameless Music Festival e del Molo Street Parade di Rimini, oltre che dj-set ufficiale all’apertura del tour “The Ultimate Collection World Tour” 2016 di Anastacia. Alle 20.15 la consolle sarà animata da Kim, alle 21.00 ci sarà invece Mark Storm, soli quattordici anni e già presente con artisti del calibro di David Guetta, Calvin Harris, DJ Snake, Ummet Ozcan, Robbie Rivera, Bob Sinclar e Globadeejays nelle compilation di musica dance più vendute in Italia. Alle 22.00 si potrà ascoltare la selezione musicale di Diego Cardone, alle 22.45 quella di Tommy Cross e alle 23.30 quella di Andj.

Ad arricchire i dj set quattro vocalist: Raffaele Jair, Ginola Parini, Stefano Scamuffo e Marica Rotondo, voce ufficiale del Qi Clubbing che ha affiancato dj di fama internazionale come Bob Sinclar ed è ospite dei locali più rinomati d’Italia e d’Europa.

Ma l’Holi Color è anche animazione e spettacolo con sei animatori e le ballerine “Le sirene del Nilo”.

La festa dei colori prende ispirazione da Holi – spiegano gli organizzatori – il festival indiano che celebra il risveglio della primavera, la vittoria del bene sul male e l’annullamento delle differenze di casta. La nostra festa, sganciata dalla connotazione induista, si propone di incoraggiare l’integrazione culturale e creativa abbattendo le diversità sociali, etniche e culturali, valorizzando l’individuo attraverso il rito della colorazione”.

Sono già tremila i partecipanti, provenienti da Abruzzo, Marche, Molise, Lazio e Umbria, che hanno riservato gli ingressi al festival in prevendita facendo registrare il soldout dei biglietti in vendita anticipata; saranno ancora numerosi coloro che arriveranno il 2 giugno a Montemarcone per dipingersi di colori. Il costo del biglietto di ingresso, comprensivo di una busta di polveri colorate, è di 15 €. L’ingresso è gratuito per tutti i bambini con età inferiore ai 12 anni purchè accompagnati da genitori o parenti. Per i bimbi sarà inoltre allestita un’area giochi e intrattenimento curata dai “Creatori di sorrisi”.

Durante tutta la giornata inoltre si avrà la possibilità di pranzare, cenare e rifocillarsi presso l’area food & beverage allestita appositamente per il festival. Dipingendoci di mille colori annulliamo le differenze e abbattiamo le barriere mentali tipiche della nostra società: la paura di sporcarsi, la paura di sbagliare, la limitazione del pensiero creativo, arricchendoci simbolicamente di una nuova identità multi- culturale – aggiungono gli organizzatori – a volte le parole non bastano. E allora servono i colori. E le forme. E le note. E le emozioni. E le persone”.

 

Più informazioni su