vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Opere pubbliche, un lungo elenco di lavori per trasformare ancor di più San Salvo

Più informazioni su

SAN SALVO. Una serie di interventi nel settore dei Lavori pubblici in programma nei prossimi mesi, a completamento di opere pubbliche per 20 milioni di euro realizzati in questo quinquennio, sono stati presentati questa mattina nell’aula consiliare dal sindaco Tiziana Magnacca e dagli assessori Giancarlo Lippis, Angiolino Chiacchia, Maria Travaglini e Giovanni Artese. Un lungo elenco di opere che stanno caratterizzando anche questi ultimi giorni di consiliatura partendo dal collaudo del primo lotto della pista ciclabile di via Grasceta nel tratto dall’allaccio della zona industriale alle Statale 16 e dall’annunciato secondo lotto da 670 mila euro con la progettazione esecutiva e completati gli espropri ed ora si andrà a gara. Sistemazione del torrente Buonanotte con il finanziamento ottenuto dalla Regione Abruzzo, manca solo il nulla osta per la valutazione di incidenza dal Comune di Vasto. Convenzione con i comuni dell’area Sic ottenuto un finanziamento da 300mila euro come Associazione dei comuni Trigno-Sinello per la migliore fruizione dal mare all’entroterra. L’ex caserma dei Carabinieri di corso Garibaldi, già di proprietà della Provincia di Chieti acquisita con un accordo di programma di ecoristoro con Terna. Sistemazione loculi cimiteriali cadenti, mentre inizierà il secondo lotto della scuola materna di via Ripalta e l’asilo di via Verdi.
«Lex caserma, di cui conserveremo l’aspetto esterno, verrà destinata – ha annunciato il sindaco – al sociale e in particolare alla famiglia. Infatti la chiameremo la “Casa della maternità e dell’infanzia” per corsi pre parto o per la prima infanzia per accompagnare la mamma. Struttura che verrà utilizzata anche per le famiglie in disagio con stanze per incontri protetti».
Il sindaco ha ricordato che sono arrivate delle proposte per la sistemazione del parcheggio di via Montegrappa «una cosa assolutamente positiva per la nostra città e che sarà di responsabilità della nuova amministrazione noi abbiamo fatto solo il primo passo» e per il cimitero «per la realizzazione di un tempio crematorio».
Dal Piano triennale delle opere pubbliche l’assessore Lippis ha evidenziato che è prevista la riqualificazione del centro storico con nuova pavimentazione partendo da corso Umberto I, via Roma fino all’intersezione con la villa comunale.
Chiacchia ha rimarcato che una delle azioni che ha caratterizzato questa amministrazione «è stato il recupero del patrimonio comunale esistente. Un impegno che ci ha permesso di valorizzare edifici storici come Palazzo Iorio e l’ex caserma dei Carabinieri che invece era previsto l’abbattimento».

Più informazioni su