vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

S.P.R.A.R, interrogazione di Castaldi sulla Commissione di gara

Più informazioni su

VASTO. “Dopo essere venuto a conoscenza che – dichiara il senatore Castaldi – anche il componente esterno della commissione di  gara del Comune di Vasto per l’affidamento della progettazione e gestione dei servizi di accoglienza integrata nell’ambito dello S.P.R.A.R  (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e status di Rifugiato) per il triennio 2017-2019, (vinta, per inciso, dalla Società Cooperativa Sociale Pianeti Diversi, del Consorzio Matrix) ha avuto rapporti di lavoro  con  la Coop. Sociale Incontri – Impresa Sociale, mi sono rivolto al Ministro dell’Interno con una interrogazione orale con carattere d’urgenza ex art.151 del Regolamento“affinché si attivi nei limiti delle proprie attribuzioni, presso l’Autorità nazionale anticorruzione, al fine di valutare la legittimità dei fatti ed in particolare quelli relativi alla Composizione della Commissione di gara, alla elaborazione del Capitolato di gara ed alla partecipazione di un unico concorrente alla Gara stessa.”

“Chiedo – prosegue il senatore Castaldi – che vengano verificate “ le dinamiche gestionali succedutesi e che hanno poi visto assegnare i fondi per la esecuzione, progettazione e gestione dei servizi di accoglienza, tutela ed integrazione a favore dei soggetti richiedenti asilo e rifugiati agli stessi sostanziali soggetti che avevano manifestato iniziale interesse poi reso nullo dalla rinuncia dal Comune di Vasto

“Se – annota il senatore Castaldi – come diceva A. Christie ”un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”, io dico: i tre indizi ci sono e la prova anche.

“Pensate e fatevi una idea da soli: l’ex assessore Marra assunto per 4 mesi alla Coop. Sociale Incontri prima di essere definitivamente assunto  dal Consorzio Matrix, la commissaria di gara dott.ssa Carlucci assunta – nel 2015 – per 4 mesi dalla Coop. Sociale Incontri, la società vincitrice facente parte del consorzio Matrix. E quest’ultimo “offerente” il progetto iniziale, nel 2015, (accolto dal Comune, approvato con assegnazione di fondi per circa 1.000.000 di euro e poi rinunciato dal Comune stesso ..) dichiarando la propria disponibilità a dedicare n. 50 posti dei Centri di accoglienza attualmente gestiti, per il servizio S.P.R.A.R  …”.  Oggi, per inciso, il progetto vale  1.600.000 euro. E gli attori ed i protagonisti sono sempre gli stessi” . .. Bisogna aggiungere altro? La ..matrice  è chiarissima: il sistema  è governato dall’esterno, con complicità interne alla Amministrazione.”

“ E non si tratta – conclude il senatore Castaldi -solo di questo: a me, per esempio, “ rispetto alle richieste di informazioni necessarie alla comprensione dei fenomeni relativi a soggetti richiedenti asilo e rifugiati, non è piaciuto il comportamento assunto dal Prefetto di Chieti, non apparso ispirato alla necessaria collaborazione che deve realizzarsi trai diversi livelli dell’Amministrazione dello Stato. Così come ancora bisogna capire – a fronte delle emergenze delle accoglienze – perchè il Comune di Vasto rinunciò al primo finanziamento in accordo con il Servizio Centrale S.P.R.A.R  e l’Ufficio III – Asilo, protezioni speciali e sussidiarie del Ministero dell’Interno”.

Più informazioni su