vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Alessandro Langiu: “Parere contrario alla proposta pervenuta dal Comune di Vasto”

Più informazioni su

GUILMI. “In base alle funzioni ascritte al Segretario Comunale ex art. 97 dlgs267 del 2000 si evidenzia quanto segue.

In data 28 aprile 2017 registrata al prot.n.995 è pervenuta la richiesta da parte del comune di Vasto di utilizzo del dipendente Rag Emilio Racciatti per 6 ore settimanali tramite utilizzo di convenzione ex art 14 CCNL 2004.

Il dipendente Emilio Racciatti è responsabile del settore economico finanziario del comune di Guilmi e risulta essere utilizzato già in altri enti con lo strumento della convenzione, e precisamente:

1) sussiste una convenzione con il comune di Tavenna per totale 9 ore settimanali di cui 3 ex art 14 ccnl 2004 e sei ex co557 L311 del 2004 il cui termine è previsto il 31 dicembre 2017 ;

2) convenzione con il comune di Montemitro per totale 9 ore settimanali di cui 3 ex art 14 ccnl 2004 e sei ex co557 art. 1 della L. n.311 del 2004 il cui termine è previsto con l’imminente tornata elettorale di giugno p.v. (che peraltro è oggetto di una presa d’atto della prossima giunta );

Anche dal confronto per le vie brevi con l’interessato, anche se già noto allo scrivente , risulta essere responsabile economico dell’Unione dei Comuni del Sinello ed inoltre amministratore unico della società in house “Area” dell’Unione dei comuni .

E’ evidente che va tutelato per il dipendente il legittimo diritto all’accrescimento professionale che ne può conseguire dall’utilizzo presso altri comuni. Ed è altresì intuibile l’opportunità del risparmio di conseguibile per l’Ente conseguente dall’attivazione di un’altra convenzione che comprenda utilizzo ex art. 14 CCNL 2004 che come noto consente di recuperare la spesa relativa alle ore utilizzate presso l’ente in convenzione.

Si consideri pertanto:

– che il comune di Guilmi ha in dotazione organica 4 dipendenti di cui solo 2 interni, esiguità numerica legata al dettato normativo.

-che sussiste un eccessivo carico lavorativo e di responsabilità in capo al medesimo dipendente.

– che i numerosi spostamenti possono pregiudicare il rendimento dell’attività lavorativa, portando a ritardi su adempimenti sempre più numerosi;

– il carico di stress al quale il dipendente è esposto;

– i principi di efficienza efficacia ed economicità dell’azione amministrativa dettati dalla L. n.241 del 1990

Dato atto

-Che Il DLgs 165 del 2001 art . 4 conferisce la competenza agli organi di governo, quale la giunta comunale per le nomine, designazioni ed atti analoghi ad essi attribuiti da specifiche disposizioni;

– che le funzioni ascritte al Segretario comunale ai sensi dell’art 97 in particolare il comma 2 legittimano il presente parere

Per quanto fin qui richiamato si esprime parere

NON Favorevole

Alla proposta di deliberazione autorizzatoria in oggetto e si invita a rivedere il carico di responsabilità in capo al medesimo dipendente.”

Il Segretario Comunale, Dott. Alessandro Langiu

Più informazioni su