vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“Noi non rischiamo”, il progetto sulla sensibilizzazione al rischio sismico foto

Più informazioni su

CASACANDITELLA. Si chiama “Noi non rischiamo” l’iniziativa promossa dall’Unione dei Comuni Colline Teatine, costituita dai municipi di Casacanditella, San Martino sulla Marrucina, Casalincontrada e Roccamontepiano, dedicata alle associazioni di volontariato, ai dipendenti pubblici, ai liberi professionisti, agli amministratori comunali e ai semplici cittadini che vogliano partecipare in maniera attiva all’elaborazione o all’aggiornamento dei piani comunali di emergenza.

Aderire a “Noi non rischiamo” significa seguire un percorso di seminari informativi sul rischio sismico, con focus sulle realtà locali e con l’obiettivo di comprendere il sistema di protezione civile ai vari livelli e le fasi di pianificazione e gestione dell’emergenza. Durante il corso saranno illustrate anche le opportunità di salvaguardia del patrimonio immobiliare, attraverso i vantaggi offerti dalla nuova normativa denominata “Sisma Bonus” che prevede consistenti benefici fiscali in caso di intervento per l’adeguamento o il miglioramento sismico dei fabbricati.

Il programma prevede 5 giornate che inizieranno il prossimo 13 giugno e si terranno nella sede del municipio di Casacanditella, oltre ad eventuali ulteriori eventi collegati.

L’organizzazione è sostenuta da fondi regionali, ottenuti dall’Unione per l’attuazione del progetto per la sensibilizzazione ed il potenziamento dell’attività di Protezione Civile, anche in collaborazione con il personale di Protezione Civile Nazionale e Regionale.

Per informazioni e iscrizioni si può consultare il sito www.unionecollineteatine.it. Referente per il progetto è Mario Rispoli, architetto.

Di seguito il programma:

1° giornata 13.06.2017

Introduzione al sistema di protezione civile;
La pianificazione e la gestione dell’emergenza;
Interconnessioni con gli Enti e Amministrazioni che sono coinvolti nella gestione dell’emergenza;
Iniziative per assicurare la piena informazione alla popolazione;
Dettaglio del tipo di documenti di cui disporre per la redazione dei Piani di Emergenza Speditivi Comunali.

2° giornata 27.06.2017

Riscontro della documentazione tecnica da esibire a cura del personale dei Comuni coinvolti (dati relativi alla popolazione, cartografie, piani tematici) al fine della redazione dei Piani di Emergenza Speditivi Comunali;
Considerazioni sui dati di inquadramento comunale, elementi conoscitivi di Infrastrutture e Reti (viarie, ecc), elementi conoscitivi del sistema locale di Protezione Civile, istituzione e organizzazione dell’Ufficio Unico di Protezione Civile.
3° giornata 06.07.2017

– Descrizione ed esperienze sul Volontariato nella Protezione Civile.

4° giornata 11.07.2017

– Valutazioni in merito all’esito dell’attività durante il periodo dei seminari;

– Delineazione di un modello di Intervento;

– Eventuali sopralluoghi su aree di emergenza e Centri di Coordinamento insediati.

5° giornata (data e luogo da definire)

– Esercitazione pratica in area di emergenza.

Più informazioni su