vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni L’Aquila, 500 persone per Guido Liris foto

Più informazioni su

L’AQUILA. Bagno di folla, con oltre 500 persone stimate, ieri sera per il candidato consigliere comunale dell’Aquila di Forza Italia Guido Liris, nell’evento conclusivo della sua campagna elettorale presso il complesso l’Arcobaleno.

All’incontro, tra gli altri, hanno preso parte il candidato sindaco del centrodestra Pierluigi Biondi, il coordinatore regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, e l’ex presidente della Regione e sindaco dell’Aquila, Romeo Ricciuti.

“Negli ultimi cinque anni il Comune è stato una casa chiusa, chi c’è stato come me ha verificato la sete di potere e la gestione del potere volutamente nelle mani di poche famiglie aquilane. Oggi abbiamo una sfida, chiedere agli aquilani di modificare questi assetti di potere nelle mani di poche persone – ha detto Liris nel suo intervento – I soldi per la ricostruzione sono stati maledetti perché non sono serviti solo a ricostruire le case, ma per cristallizzare il potere nelle mani di alcuni personaggi che oggi sono nel centrosinistra”.

Il candidato ha ricordato che “tutti i giorni tantissime persone, che sperano che chi viene delegato da loro a rappresentarli sia capace di dare risposte, mi fanno delle richieste: la prima in assoluto è il lavoro. Non ci sono bacchette magiche e soluzioni da tirare fuori dal cilindro – ha chiarito – ma bisogna evitare gli errori dell’amministrazione uscente, incapace di insediare una sola azienda”.

“Noi non vogliamo comandare, ma gestire l’amministrazione in modo più sano e allargare le maglie di quel sistema di potere. Abbiamo questa responsabilità e ci crediamo, spetterà a noi cambiare il nostro destino – ha concluso – Oggi è il nostro momento, faremo di tutto per dimostrare che la vostra scelta nel darci fiducia sarà stata giusta”.

Biondi ha evidenziato come “questa sia la festa di un fratello nella politica, nella vita, con cui abbiamo condiviso tantissime cose. L’abbiamo respirata da ragazzini quando abbiamo attaccato manifesti, realizzato striscioni e ciclostili – ha ricordato – Lo facevamo per pura passione e zero ambizione, ma dovevamo essere pronti e lo siamo. La battaglia con il centrosinistra sembrava impossibile, ora la distanza è stata azzerata e siamo pronti a sorpassarli”.

“È una bellissima storia vedervi uno accanto all’altro, c’erano tanti candidati a sindaco e abbiamo saputo fare una perfetta sintesi – ha commentato Pagano – È stata un’impresa straordinaria riunire il centrodestra, ringrazio Guido non solo per l’amicizia: era ovvio e logico che dovesse essere il nostro naturale candidato a sindaco, quando gli ho detto che era il momento di saper fare sintesi ha dimostrato di essere una persona di grande maturità e, facendo un passo indietro, ha guadagnato tanta forza e credibilità. Non lo dimenticherò mai e ho voluto che a livello nazionale ne fossero consapevoli”.

Più informazioni su