vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Corale giovanile “Gabriele Rossetti” conclude i concerti sotto le stelle foto

Più informazioni su

VASTO. Tanti applausi per il concerto della Corale Giovanile “Gabriele Rossetti” di Vasto che ha concluso gli appuntamenti “Sotto le stelle” dell’Istituto Comprensivo scolastico nella splendida cornice di Palazzo D’Avalos.
Formato dagli alunni dell’Infanzia e della Primaria il gruppo si è esibito in una serie di brani di vario genere dalla ritmica, all’intonazione delle scale musicali e all’interpretazione di classici della musica leggera come “La casa”, “Guantanamera” e “Nel blu dipinto di blu”.
Diretta dalle insegnanti Fernanda D’Ercole e Maria Grazia Pezzuto la corale è stata accompagnata dal vivo dal Prof. Roberto Laccetti alla chitarra , dal Prof. Mauro Gallo al pianoforte e da Francesco Ricciardi alla batteria.
Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Pia Di Carlo ha sottolineato l’importanza della azione verticale del percorso musicale ormai divenuto un punto di riferimento per tutta la comunità scolastica.
Il capo d’istituto ha ringraziato tutte le famiglie che hanno creduto nel cammino artistico annuale che va ad arricchire tutto il curricolo e che vedrà in futuro l’ampliarsi di tutte le componenti artistiche del Comprensivo.
L’esibizione è stata corredata da coreografie curate dall’insegnante Rina Bastonno.
Una fattiva collaborazione si deve anche all’insegnante Anna Baiocco.
Molto significativa è stata la presenza della classe 2E della Scuola Primaria che ha offerto un brano inedito “Un mondo di pace” collegato al progetto di inclusione. Coordinati e preparati dalle insegnanti Teresa Gileno, Maria Rosaria Schioppa e Maria Antonietta Altieri, gli alunni oltre alla parte canora hanno arricchito con coreografie il nuovo brano.
Come ogni anno i concerti dell’Istituto valorizzano a pieno le attività dell’offerta formativa.
Le performance non vengono create solo per rappresentare un momento conclusivo dell’anno scolastico, ma per realizzare nuovi progetti da estendere sul territorio per permettere agli alunni di concretizzare le proprie passioni e le proprie competenze.

Più informazioni su