vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

D’Alessandro entra in Consiglio: tornare mi ha coperto di piacere e onore foto

Più informazioni su

VASTO. Davide D’Alessandro questa mattina è subentrato a Nicola Del Prete che si è dimesso per iniziare una nuova attività imprenditoriale in Spagna. Il primo dei non eletti ha preso parte al suo primo Consiglio Comunale guidato dell’Amministrazione Menna, seduto tra i banchi dell’opposizione.

D'Alessandro

Ho ringraziato –ha detto Davide D’Alessandro- le 304 persone che mi hanno permesso di essere nuovamente nell’Aula Vennitti. Questa cosa mi ha coperto non solo di piacere, ma soprattutto di onore”.

Tra gli obiettivi di D’Alessandro c’è quello di rispettare fedelmente il mandato elettorale.

“L’elettore -ha detto- ha votato, ci ha collocati all’opposizione. Ho spiegato che fare opposizione significa soprattutto essere persone serie, cioè non votare sempre a favore, non votare sempre contro, ma analizzare i provvedimenti uno per volta. Ho citato un libro del professor Romano Prodi “Il piano inclinato” per dire che questo piano inclinato non riguarda soltanto l’Italia, riguarda un continente intero e sarebbe sciocco non ammettere che riguarda anche Vasto. Dobbiamo cercare minoranza e maggioranza, anche perché la vittoria è stata piuttosto risicata la città è perfettamente divisa in due, di concorrere, cercare insieme le migliori soluzioni per risollevare Vasto, perché da diversi anni vive momenti molto difficili”.

In merito al ritiro di alcuni consiglieri eletti D’Alessandro ha spiegato che gli esponenti di minoranza che hanno fatto un passo indietro non hanno tradito la fiducia degli elettori .

“Qualche giorno dopo le elezioni dell’anno scorso -ha concluso il neo consigliere- io auspicavo da Peppino Tagliente, da Massimo Desiati e da Nicola Del Prete gesti alti e nobili per favorire un ricambio generazionale, per dare la possibilità che si generi una nuova classe dirigente. Secondo me hanno servito la città in diversi momenti , in diverse epoche. Hanno chiarito che si sono dimessi dal seggio, ma non dalla politica perché chi ha passione politica in realtà dalla politica non si dimette mai”.

 

Più informazioni su