vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Suriani: “Dopo sei mesi le determinazioni dirigenziali sull’albo pretorio”

Più informazioni su

VASTO. Sono finalmente apparse nel giorno del solstizio d’estate, il 21 giugno, le prime determinazioni dirigenziali dell’anno 2017, datate in un periodo compreso tra il due gennaio e i primi di marzo, di cui diversi consiglieri comunali di minoranza avevano già notato la mancata apparizione nell’albo pretorio. Queste determinazioni dirigenziali rappresentano impegni di spesa significativi, tra cui spiccano gli oltre 803.000 euro dati a un’unica società (la società cooperativa Pianeti Diversi, appartenente al Consorzio Matrix), con quattro diversi impegni di spesa contenuti nelle determinazioni del dirigente Vincenzo Marcello, numero 1, 4, 7 e 8, tutte risalenti al primo giorno lavorativo dell’anno, il 2 gennaio 2017.

Il consigliere comunale Vincenzo Suriani si chiede come sia possibile che il Comune di Vasto continui a ritardare per mesi la pubblicazione di atti dirigenziali, sottraendoli di fatto al controllo dei terzi e degli stessi consiglieri comunali. Mentre continuano i malfunzionamenti del sito e dello stesso albo pretorio online, che risulta ormai da diversi mesi “sdoppiato in due”, e in parte funzionante con il link “albo pretorio” e in altra parte con il link “albo pretorio 2017”, prova principe, e non unica, della confusione informatica che regna ormai sovrana all’interno del Comune di Vasto.

Alla luce di questa ennesima pubblicazione di atti importanti in cospicuo ritardo, e alla luce della firma apposta dalla segretaria comunale Rosa Piazza, che sostiene per iscritto negli atti stessi di averli ricevuti dagli uffici solo il 19 giugno 2017, è auspicabile un’indagine interna che accerti le responsabilità di questa ennesima ritardata pubblicazione, e si ricorda al sindaco Menna che il D.Lgs 33/2013, all’art.1 recita “La trasparenza è intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all’attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.”

L’interpellanza, che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale, chiede in particolare che l’Amministrazione risponda:

  1. per sapere come mai continuino queste pubblicazioni ritardate e “a grappoli” di determinazioni dirigenziali sull’albo pretorio on line, che il consigliere scrivente non ha più alcuna remora nel definire vergognose;
  2. per capire come sia possibile che i primi impegni di spesa dell’anno, tutti a firma di un unico dirigente, tra l’altro in assenza di bilancio, siano indirizzati per buona parte verso un’unica società, la “Pianeti diversi” del consorzio Matrix;
  3. Per capire se non sia il caso di avviare una immediata indagine interna per accertare le responsabilità di chi ha ritardato per mesi la pubblicazione degli atti dirigenziali del 2 gennaio pubblicati soltanto il 21 giugno 2017, e per sapere se questa protratta pratica sia in linea con le disposizioni della 33/2013 e con le linee guida dell’amministrazione trasparente e dell’Autorità Nazionale Anticorruzione;
  4. per sapere infine se, nelle more di un qualsiasi accertamento interno, non sia auspicabile, da parte della segretaria generale del Comune dottoressa Rosa Piazza, avviare una segnalazione in autotutela all’ANAC su queste continue disfunzioni del sistema procedurale e informatico, e sui soggetti coinvolti nella mancata pubblicazione.

     Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Vincenzo Suriani.

 

Più informazioni su