vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L’Europa “a lavoro” nella nostra città, tra i sorrisi ed i racconti dei ragazzi Erasmus+

Più informazioni su

VASTO. Arrivati a Vasto il 25 marzo scorso, sono ripartiti ieri (ndr lunedì 26 giugno) i 21 ragazzi spagnoli che, grazie al programma comunitario Erasmus+, negli ultimi tre mesi hanno vissuto nella nostra Città per un periodo di tirocinio in diverse aziende del Vastese, prima dell’esame finale a luglio del loro corso di formazione professionale biennale.

Gli studenti provenivano dalle scuole IES Sierra Sur di Osuna (Siviglia), IES Padre Poveda di Gaudix (Granada), IES La Zafra di (Motril) e dall’Istituto IES Azuer di Manzanares (Ciudad Real).
Aree diverse delle Spagna per percorsi formativi diversi: i ragazzi sono diplomandi in “Gestione amministrativa”, “Tecnico dell’emergenza sanitaria”, “Meccanica ed elettromeccanica”, “Reti e sistemi informatici”, “Carrozzeria” e “Installazioni elettriche ed automazioni” e proprio per questo, grazie al coordinamento delle agenzie di formazione professionale Praktica di Siviglia ed Polaris Formazione di Vasto, sono stati a lavoro per tre mesi in aziende di diversi settori produttivi tra Vasto e San Salvo.

Sui loro profili social colmi di foto, post e commenti circa questi ultimi mesi “vastesi” è facile cogliere la loro soddisfazione del “lavorare imparando”. Raccontano di officine, uffici, negozi e ambulanze dove oltre all’apprendimento della professione hanno avuto occasione di stringere amicizie, visitare meravigliosi borghi del Vastese e città italiane, imparare l’italiano e scoprire le mille sfumature della nostra cultura.

Questi progetti di mobilità sono “esperienze importanti anche per noi titolari di impresa che ospitando questi ragazzi riscopriamo il piacere di lavorare non solo per il fatturato ma anche per formare i futuri professionisti” ci ha detto Michele Marchesani, titolare dell’omonima e storica azienda vastese specializzata in vendita, noleggio ed assistenza di macchine per ufficio e computer.
“Questi ragazzi sono i cittadini europei non di domani ma di oggi”, ha invece tenuto a sottolineare Francesco del Viscio della Polaris Formazione “studenti che reagiscono alla crisi scegliendo di tornare a formarsi dopo il proprio percorso di studi per affrontare il mercato del lavoro europeo con titoli di studio, esperienza personale e competenze professionali. Questo è il cuore dell’Erasmus+”. E venerdì 30 giugno sono in arrivo altri 9 studenti spagnoli da Manresa (Barcellona) ai quali auguriamo  buon Erasmus+ nella nostra città!

Più informazioni su