vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vincenzo Scafetta dopo più di 50 anni torna in Francia per visitare la fabbrica dove ha lavorato foto

Più informazioni su

VASTO. Vincenzo Scafetta, di Vasto, il giorno del suo ottantesimo compleanno ha ricevuto dalla famiglia un regalo speciale, un viaggio in Francia per rivedere i posti dove ha vissuto e lavorato in gioventù.

Nel 1957 Vincenzo Scafetta non trovando lavoro in Italia è partito per la Francia dove avevano già trovato occupazione alcuni amici. Si è trasferito a Bourges e il 21 settembre di quello stesso anno ha iniziato a lavorare presso Michelin, la nota azienda produttrice di pneumatici.

Dopo l’esperienza francese nel 1961 si è trasferito in Germania dove è rimasto a lavorare alcuni anni e poi è tonato in Italia. A Vasto ha conosciuto Concetta Del Borrello, sua moglie.

“E’ stato un colpo di fulmine” ha detto. Dall’unione con Concetta sono nati tre figli: Antonietta, Silvana e Michele. Nel giorno del compleanno figli e nipoti hanno consegnato a Vincenzo Scafetta una valigia di cartone. La stessa utilizzata per partire nel 1957. All’interno tante scatole, ognuna indicava una tappa diversa da raggiungere. Il percorso prevedeva un viaggio in auto da Vasto a Torino, Bourges, Orléans, Zurigo, Innsbruck, Graz e nuovamente a Vasto. Gli accompagnatori dell’80enne sono stati la moglie, la figlia Silvana e il genero.

Per tanti anni Vincenzo ha espresso il desiderio di poter tornare a visitare la città francese e quei luoghi dove aveva vissuto. Quest’anno finalmente, grazie alla sorpresa della famiglia, ha potuto realizzare il suo sogno.

In Francia l’emozione è stata tanta, ha riconosciuto i luoghi che frequentava, la casa dove abitava ed ha ritrovato grazie all’elenco telefonico alcuni amici e colleghi.

L’azienda Michelin, precedentemente informata da Silvana Scafetta, ha accolto l’ex dipendente, ed ha permesso di visitare lo stabilimento.

“E’ tutto cambiato. Quando sono entrato nello stabilimento -ha detto- mi sono emozionato. Entravo ed uscivo da quel cancello ogni giorno. Ho rivisto il posto dove lavoravo -ha detto Vincenzo Scafetta- adesso è diventato un magazzino”.

Il direttore della fabbrica ha voluto donare all’ex dipendente un libro sulla storia della Michelin.

Il viaggio dopo tanta emozione è proseguito fino in Austria dove vivono la figlia e il genero dell’ottantenne. Qui è stato festeggiato nuovamente non solo per il compleanno, ma anche per il 49 anniversario di matrimonio. Insomma un viaggio all’insegna delle emozioni e dei ricordi.

Abbiamo chiesto a Vincenzo Scafetta se il rischio di attentati ha suscitato qualche perplessità prima della partenza e lui ha risposto: “Una volta si nasce, una volta si muore.

Più informazioni su