vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lettera aperta dei Consiglieri del Pd: ridare al circolo di Vasto organismi nella pienezza delle funzioni statutarie

Più informazioni su

VASTO. I consiglieri del Pd: Vincenzo Sputore, Marino Artese, Marianna Del Bonifro, Giuseppe Forte, Luciano Lapenna, Roberta Nicoletti e Nicola Tiberio hanno inviato una lettera al segretario nazionale del PD Matteo Renzi, ai commissari del circolo PD di Vasto: Silvio Paolucci, Marco Rapino e Chiara Zappalorto per chiedere al Segretario del PD Matteo Renzi di intervenire sulla dirigenza Provinciale e Regionale nell’interesse del partito e del circolo cittadino.

“Rappresentiamo -si legge nella nota dei Consiglieri del Pd- il gruppo dei consiglieri PD al Comune di Vasto (per importanza il secondo comune dopo Pescara amministrato dal centrosinistra ), di una amministrazione di centro sinistra, riconfermata nel 2016, dopo due mandati consecutivi.

Dopo qualche giorno dalla vittoria, il partito regionale e provinciale, ritenne di commissariare  la sezione con tre commissari (Assessore Regionale, Segretari regionale e provinciale) finalizzato il tutto a favorire un nuovo tesseramento e quindi l’assemblea e il rinnovo delle cariche; questo anche perché  il segretario cittadino, eletto in consiglio comunale e poi nominato assessore, si era dimesso.

A distanza di un anno la sezione è ancora commissariata pur avendo rinnovato il tesseramento (oltre 400 iscritti) e favorito le primarie.

Il difficile momento, conseguente alle amministrative, che in Abruzzo vede arretrare il partito; la necessità di dare un forte sostegno a Sindaco e giunta da parte di un partito attivo; la voglia di discutere di tanti iscritti, ci portano a questa lettera aperta affinché  si arrivi in tempi ravvicinatissimi a ridare al circolo di Vasto organismi nella pienezza delle funzioni statutarie.

La presente nota viene inviata anche al Segretario del PD Matteo Renzi affinché  intervenga sulla dirigenza Provinciale e Regionale nell’interesse del partito e del circolo cittadino”.

 

Più informazioni su