vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rigopiano, Di Stefano: Istituzioni non hanno rispettato i familiari delle vittime

Più informazioni su

PESCARA.Non sono soddisfatto della risposta del governo, della macchina amministrativa e di come sia stata gestita dalle Istituzioni la vicenda dell’ultima vittima dell’hotel Rigopiano. Più importante del diritto di cronaca è il diritto all’Umanità”.  Lo dice il deputato di Forza Italia Fabrizio Di Stefano  replicando in Aula durante l’interpellanza urgente, firmata insieme al collega Roberto Occhiuto, riferendosi al fatto che i familiari hanno appreso dalla stampa le notizie sugli ultimi istanti di vita della vittima, rimasta 48 ore sotto le macerie. “E’ vergognoso che la famiglia abbia dovuto leggere sui giornali la verità sulle ultime ore di vita della vittima. Gli organi preposti, insieme all’opportuno sostegno psicologico, avrebbero invece dovuto comunicare immediatamente con la famiglia della donna mettendola a conoscenza della realtà e anche dei messaggi che cercava di scambiare con soccorritori e parenti, senza doverli leggere sulla stampa. E’ ancora più grave apprendere dalla replica del sottosegretario Bressa che i dati del cellulare della donna sono stati consegnati in procura i primi di aprile. Perché la famiglia non è stata informata subito, prima della pubblicazione sui giornali il 30 aprile? E come mai lo Stato e le Istituzioni hanno sentito l’obbligo morale di recarsi a casa dei famigliari della deceduta soltanto il giorno stesso della pubblicazione sui giornali? Questa è una sconfitta dello Stato, del Parlamento e delle Istituzioni  – conclude il deputato azzurro – perché non si è stati in grado di tutelare il dolore di quelle persone e si è saputo rappresentare quello che dovrebbe essere un valore cardine delle istituzioni: l’Umanità”.

Più informazioni su