vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Miranda Sconosciuto: una scuola per bambini e adulti aperta alla creatività foto

Più informazioni su

VASTO. Pezzi di storia, racconti ed emozioni, hanno caratterizzato la serata di ieri organizzata dall’insegnante Miranda Sconosciuto dell’Istituto Comprensivo “Gabriele Rossetti” di Vasto in condivisione con il dirigente scolastico Maria Pia Di Carlo, le insegnanti volontarie del comprensivo e l’assessore Anna Bosco. Una serata nata come conferenza di presentazione del nuovo progetto dal nome “Il cielo in una stanza” che partirà il 17 luglio e si concluderà il 4 agosto. L’incontro, svolto presso la Nuova Libreria e presentato dall’insegnante e giornalista Paola Cerella, si è rivelato un vero e proprio mix di momenti suggestivi in cui è stata ripercorsa la storia della nascita della “Bottega dell’incontro scuola” e in cui hanno preso la parola numerose figure che avranno un ruolo capitale nello svolgimento del progetto. “La nostra comunità scolastica ama creare progetti innovativi e in particolare guarda a chi ha bisogno – spiega  la dirigente Maria Pia Di Carlo. L’obiettivo è quello di essere la scuola di tutti, perché nessuno si perda e tutti trovino il proprio posto come diceva Don Milani. Aprire la Bottega dell’incontro d’estate è un modo per aprire la scuola a tutti, un’idea innovativa, attuale, da farne un fiore all’occhiello della scuola, sopratutto nel momento in cui alcune categorie di ragazzi hanno più bisogno di incontri, relazioni, supporto e aiuto. Questa è la grandezza del laboratorio di Miranda, aver pensato ai bambini che nei mesi estivi non hanno chi possa aiutarli. Questo sarà solo un seme, solo l’inizio di una meravigliosa esperienza.”
Presente anche Mimmo Puracchio, presidente del Centro Sportivo Italiano (CSI) di Chieti che ha sottolineato quanto lo sport debba essere di gruppo, di condivisione e quanto sia importante che venga riportato all’interno della scuola. Un progetto abbracciato in toto dall’amministrazione comunale, nella persona dell’assessore Bosco che ha dichiarato: “Avvicinare le famiglie e i bambini alla scuola è molto importante, la collaborazione deve esserci sempre e oggigiorno è un impegno che anche l’ amministrazione si trova ad incoraggiare ogni volta che può. Ho creduto nella Bottega incontro sopratutto perché in questo progetto i giovani non sono tanto oggetto di ricerca scientifica ma diventano promotori in prima persona, sono protagonisti di laboratori e idee con un metodo di lavoro che parte davvero dal basso.”
Non c’è peggior cosa che trattare allo stesso modo bambini diversi, spiega Miranda, servendosi dell’insegnamento di Don Milani. Il progetto prende il nome “Il Cielo in una stanza” perché d’estate la scuola diviene spazio aperto alla creatività, un modo cioè per ripartire dalle risorse del bambino che può così ritrovare in questo luogo un’area di divertimento. In questo progetto si vuole riscoprire l’arte del gioco, dell’esplorazione, della scoperta di nuovi materiali, si vuole rendere la scuola un luogo diverso da quello noioso sperimentato da “Pinocchio”, il noto personaggio di Collodi che proprio non amava studiare; perché apprendere è importante ma occorre motivare all’apprendimento. Presente ieri sera anche la scrittrice e insegnante Claudia Gattella che ha sottolineato: “Il gioco è una cosa seria e non va fatto solo quando avanza tempo. Il gioco forma ed educa, ed anche i genitori devono sporcarsi le mani, devono esplorare colori, sapori e materiali diversi.” Durante le tre settimane in cui i bambini saranno a scuola  in compagnia dei propri familiari si svolgeranno tantissime attività guidate da adulti speciali e grandi eccellenze del nostro territorio che nella loro vita hanno costruito, creato, cucinato ed imparato i segreti del proprio mestiere. Fra questi adulti speciali c’è il “mastro” Adamo Pollice, che ha lavorato nella ditta di Salvatore Ferragamo e che insegnerà ai piccoli e ai grandi l’arte del cucito. E poi ancora Raimondo Pascale della Slow Food e una rappresentanza della sezione vastese A. N. Marinai d’Italia, insieme a tante altre figure che daranno al progetto una grande spinta propulsiva. E saranno protagonisti la musica, la magia, la danza, la manipolazione di oggetti, cibi e tutto ciò che contribuisce al puro divertimento costruttivo. Anche il consiglio comunale dei giovani, ieri sera, guidato dal baby sindaco Simone Di Minni, ha preso parte alla conferenza di presentazione. Le attività estive del progetto di Miranda Sconosciuto avranno luogo dalle 9.00 alle 12.30 presso la scuola primaria “L. Martella” e per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi a lei al numero 3404822036 oppure al rappresentante d’istituto dei genitori Angelo Marzella al numero 3470800980.

Più informazioni su