vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Testimoni di Geova, in diecimila al Palalottomatica e seimila al Palaflorio foto

Più informazioni su

ROMA. Si è concluso al Palalottomatica il secondo dei tre congressi dei Testimoni di Geova in programma a Roma questa estate. Il terzo e ultimo appuntamento romano è previsto per venerdì, sabato e domenica prossimi, sempre nel complesso dell’Eur.

Il tema del congresso – “Non ti arrendere” – è stato decisamente stimolante per i 10.087 delegati, provenienti da Roma, dal Litorale romano (da Nettuno a Civitavecchia), dalla Tuscia e dall’Abruzzo (tutta la provincia di Teramo e parte della provincia de L’Aquila). Molti dei 41 battezzati sabato, ma anche i tanti testimoni che sono stati intervistati nel corso del programma, hanno fatto riferimento all’argomento dominante della tre giorni romana: per affrontare le tante difficoltà che la vita ci pone di fronte, ora più che mai è necessaria la perseveranza.

La crisi mette alla prova la stabilità delle famiglie, ma anche la loro scala di valori: è l’aderenza ai principi della Bibbia il segreto per una vita felice oggi. Ed è proprio per difendere l’importanza di questi valori che il congresso “Non ti arrendere!” ha sottolineato in ognuno dei 52 discorsi programmati, la necessità di impegnarsi per gli altri e di non smettere di fare ciò che è eccellente, anche quando le cose sono difficili o sembrano insuperabili.

Il programma del congresso ha riservato un ampio spazio ai giovani. Grande attenzione è stata data ai “nuovi” pericoli e le “nuove” trappole che i nostri giovani devono affrontare ed evitare: si è parlato perfino dei predatori sessuali e di come reagire alle loro strategie. Da qui la responsabilità dei genitori di “preparare” i nostri giovani per renderli pronti a reagire alle prime avvisaglie di pericolo. Per fare questo ci vogliono amore, attenzioni, sforzi, tempo. Insomma, occorre perseveranza: ancora una volta è diventato attualissimo per i diecimila delegati il tema del congresso “Non ti arrendere!”.

Punti focali dell’ultima giornata di lavori, il discorso pubblico “Non perdere la speranza” ascoltato in diretta streaming da Milano e pronunciato da William Malenfant (membro del Comitato dell’Insegnamento della Sede Mondiale dei testimoni di Geova), e l’ultima parte del film che ha riproposto in chiave moderna la drammatica vicenda della moglie di Lot che, in fuga da Sodoma, rimpianse le cose lasciate alle spalle e questo le costò la vita.

Venerdì prossimo prenderà il via il terzo e ultimo congresso in programma al Palalottomatica. Sono attesi circa novemila delegati, provenienti da Frosinone, Latina, Pescara, Roseto degli Abruzzi e parte dei Castelli Romani. Per informazione è possibile consultare il sito jw.org, sito ufficiale dei Testimoni di Geova e fruibile in oltre 900 lingue.

Anche a Bari si è chiuso oggi il Congresso dei Testimoni di Geova. Dall’Abruzzo e Molise hanno partecipato in 1500 da San Salvo, Vasto, Cupello, Gissi, Villalfonsina, Atessa, Casoli, Altino e Villa Santa Maria, dal Molise: Agnone, Trivento, Ururi, Larino, Campomarino, Termoli e Petacciato e Bari dal tema “Non ti arrendere!”, che ha visto oltre 6000 presenti partecipare alla tre giorni di istruzione biblica. Nella giornata di ieri l’evento più emozionante: il battesimo di 24 nuovi discepoli nella piscina allestita per l’occasione all’esterno del Palaflorio. Si tratta del primo dei due congressi di questa serie che i Testimoni di Geova terranno a Bari. Il prossimo dal 28 al 30 luglio. È prevista una partecipazione complessiva di 12.000 persone.
Il congresso ha approfondito il tema della “perseveranza”. La persistente crisi mette alla prova non solo la stabilità economica delle famiglie ma anche la loro scala di valori. I Testimoni hanno sottolineato come l’aderenza ai princìpi della Bibbia è il segreto per una vita felice oggi.
Il discorso pubblico “Non perdere mai la speranza!” ha inoltre ricordato ai presenti la prospettiva biblica di un nuovo mondo di pace che i Testimoni proclamano estesamente.
Nel pomeriggio i presenti hanno avuto un’ulteriore conferma di quanto siano attuali i racconti della Bibbia, seguendo la conclusione di un film in tre parti che ha riproposto in chiave moderna la drammatica vicenda della moglie di Lot, la quale in fuga da Sodoma, rimpianse le cose lasciate alle spalle, e questo le costò la vita. In tutto il mondo si tengono centinaia di eventi come quello di Bari. Solo in Italia ne sono in programma 61 di cui 12 in lingue diverse dall’italiano (tra cui la lingua italiana dei segni) si prevedono più di 300.000 presenti. Sul sito ufficiale dei Testimoni di Geova, jw.org, sono indicate le date e i luoghi dei vari congressi.

Più informazioni su