vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Stasera il Trio Correnteza alla IX edizione della Rassegna Musicale Via Adriatica foto

Più informazioni su

VASTO. “Che meraviglia , facciamolo subito si….la musica più emozionante del mondo con i due musicisti (e amici ) che amo di più .., un sogno! !…peccato che non faremo mai il disco…. che valore discogra-fico avrebbe un ennesimo omaggio a Jobim? Più o meno queste le parole che hanno sancito l’atto di nascita di Correnteza, quello che poi si è rivelato essere non un semplice trio, ne tanto meno un progetto ( orribile e abusata parola dalle fuorvianti allusioni edilizie), bensì una vera e propria espe-rienza. Come è facile intuire Correnteza è la traduzione portoghese di corrente , quella del fiume. Il Brasile e la sua musica rappresentano questo fiume, enorme e selvaggiamente dolce, (come tutto laggiù ) e Cristina , Roberto ed io ci siamo caduti dentro, ci siamo incontrati sballottati da quelle acque, ci siamo riconosciuti aggrappati al gigantesco tronco semisommerso della musica di Tom Jobinn. Lesperienza Correnteza comincia con la gioia disperata di un incontro tra naufraghi e crea tra di noi un legame che è più di una complicità , affinità o condivisione. È fiducia, e stupore. Ogni volta che suoniamo l’esperienza si rinnova e lo stupore resta. La libertà serenamente spregiudicata degli accordi e degli accenti di Roberto, mai una volta uguali, arrivano sempre imprevedibili quanto ineluttabili, e questo ogni sera mi stupisce., e mi commuove. La voce di Cristina ,con la sua intona-zione impeccabile , il suo rilassato quanto implacabile controllo del tempo, e quella sua leggerezza tanto trasparente da farti toccare con mano la profondità della musica ogni sera mi stupisce, e mi commuove. Per noi l’esperienza Correnteza è talmente diversa , nuova, profonda, delicata, segreta che avevamo escluso a priori una registrazione, certi che lo studio non sarebbe stato in grado di registrare quella magia che ci sembrava riguardasse solo noi e i testimoni che dal vivo la sentivano emanarsi dal palco nel momento in cui si creava…Finché la corrente non ci porta letteralmente a sbattere in Davide prima, poi Claudio e infine Pietro, il trio di visionari pazzi innamorati della musica che come bambino-ni cresciuti si baloccano con incredibile perizia e competenza con un armamentario di registratori analogici ( si, a pizza!!!) e diavolerie hi tech ormai scomparse e rimpiante da un mondo che per economizzare le ha sostituite con impalpabili imita-zioni digitali. Di nuovo lo stupore , alla base dell’esperienza Correnteza nel vedere che la corrente aveva già organizzato la seduta di registrazione Prima ancora che noi ne pren-dessimo vera coscienza ci troviamo nella meravigliosa chiesa di San Francesco ad Unnbertide , per l’occasione riempita di apparecchiature analogiche esoteriche e sotto lo sguardo di una Madonna compiacente dipinta da Luca Signorelli , seduti a pochi centimetri di distanza uno dall’altro , a suonare senza la prospettiva di alcun intervento di post produzione aldi fuori del mastering.l Rischi che ci siamo presi in quell’occasione , quando ogni logica professionale invitava al contrario, han-no forse costituito uno dei momenti più eccitanti del nostro cammino nella musica fin qui, e non sembra ancora vero che tutto questo sia registrato, nel senso più alto e definitivo che questa parola possa assumere!”

Tanta gente e una serata del tutto riuscita quella di ieri sera, con Inside Jazz Quartet. L’evento si è svolto presso il Chiostro della Chiesa del Carmine.

Più informazioni su