vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Consiglio comunale, M5S: “La maggioranza è sempre più in affanno”

Più informazioni su

VASTO. “La lunga seduta di Consiglio comunale tenutasi ieri, 31/07/2017, a Vasto, è iniziata con la votazione del nuovo Vice presidente, in sostituzione della dimissionaria Alessandra Cappa: l’opposizione di cdx ha offerto la carica, riservata ad un componente delle sole minoranza, al consigliere M5S Marco Gallo il quale ha rifiutato a beneficio del consigliere Davide D’Alessandro.

Con indicibile arroganza sono state bocciate due mozioni presentate dal M5S Vasto relative alla tutela della piena accessibilità di tutti gli edifici pubblici e degli spazi urbani da parte delle persone diversamente abili: la prima relativa ai giochi presenti nei parchi pubblici, affinché vengano adeguati alle esigenze dei bambini diversamente abili e la seconda per impegnare l’amministrazione a predisporre e adottare il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA).

Il PEBA, previsto dalla Legge 41 del 1986 modificata ed integrata dalla legge 104/92, avrebbe dovuto essere adottato dai Comuni entro un anno dall’entrata in vigore della legge stessa, pena il “commissariamento” . A fronte di un ritardo di ben 30 anni, nel rispetto della predetta normativa e di tutti i nostri concittadini diversamente abili che vedono ostacolata la loro mobilità proprio a causa delle barriere architettoniche di cui è pieno il nostro territorio comunale, questo gruppo consiliare ha sollecitato la maggioranza affinché predisponesse tutte le iniziative necessarie, senza ulteriori ritardi.
La maggioranza tuttavia, sempre più in affanno a causa delle molteplici iniziative dell’opposizione, si è difesa semplicemente sottolineando che la predisposizione di tale Piano è stata prevista nel Documento Unico di Programmazione presentato ieri dal Sindaco Menna, dimenticando, forse, che detto progetto lo avevano già inserito tra i progetti relativi alle opere strategiche del DUP dello scorso anno e di quello precedente, ignorandolo.
E’ evidente che le “belle parole” scritte sui programmi elettorali o sui documenti programmatici non sono altro che vane promesse di una maggioranza interessata a ben altro e che continua a infischiarsene completamente dei problemi dei cittadini, con l’unica preoccupazione che è quella di votare negativamente le sollecitazioni di questa parte dell’opposizione.
Proprio nel corso della seduta di ieri, inoltre la maggioranza si è adoperata per tutelare le ragioni del consigliere di minoranza Alessandra Cappa, bocciando l’avvio di una procedura di contestazione della presunta incompatibilità del consigliere medesimo in ragione dell’incarico ricevuto dalla partecipata Pulchra, alla luce del parere “pro veritate” reso tempestivamente dal consulente esterno, incaricato dalla stessa Amministrazione. Si tratta di un parere preciso e circostanziato, forse troppo circostanziato al punto che il consulente ha precisato anche ciò che non era (e non è) ancora pubblico e cioè che la Pulchra ha prorogato l’incarico alla Cappa.

Vogliamo ricordare a questa Amministrazione che è investita di un potere di rappresentanza dell’intera collettività vastese e che se la solerzia con la quale ha gestito la “questione Cappa” fosse impiegata anche per rispondere alle istanze dei cittadini, noi non staremmo qui a definirla mediocre, sorda e inadeguata”.

Così, in una nota stampa, il M5s di Vasto.

Più informazioni su