vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Provoca un incidente e fugge, pregiudicato 54enne finisce ai domiciliari

Più informazioni su

LANCIANO. Nella serata di ieri 2 agosto, verso le ore 22 lungo la strada provinciale S.P. per Treglio nei pressi del casello autostradale di Lanciano, M.R.G di anni 54 cittadino italiano, guidando in stato di ebrezza alcolica una Fiat Punto, invadeva la corsia opposta scontrandosi con altra autovettura i cui occupanti, tra cui una bambina di soli 11 anni riportavano lesioni. Il responsabile incurante dell’accaduto si dava alla fuga omettendo di fermarsi per prestare i primi necessari soccorsi, la Fiat Punto veniva intercettata da operatori della Polizia Stradale di Chieti — Distaccamento di Lanciano immediatamente allenata dalla sala operativa. Nonostante l’ALT intimato il conducente della Fiat Punto poneva in essere una fuga a forte velocità percorrendo alcuni chilometri, gli Agenti riuscivano a superarlo e farlo rallentare al fine di evitare ulteriori gravi conseguenze.In questa fase concitata gli operatori intimavano di nuovo di fermarsi al fuggitivo utilizzando dispositivi luminosi e paletta di segnalazione, ma questi tamponava violentemente l’auto di servizio con l’intento di guadagnarsi la via di fuga .Gli Agenti continuavano l’inseguimento riuscendo a bloccare l’auto il cui conducente, in evidente stato di ebrezza alcolica, si opponeva violentemente al controllo provocando lievi lesioni agli Agenti, ma veniva immobilizzato dagli operatori che riuscivano a neutralizzarlo. M.R.G. già gravato da precedenti pregiudizi specifici di Polizia, su disposizione del Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanciano D.ssa Rosaria VECCHI, veniva sottoposto agli arresti domiciliari per violenza, resistenza a Pubblico Ufficiale nonché fuga ed omissione di soccorso a seguito di incidente stradale con feriti e guida in stato di ebrezza alcolica.”

Così, in una nota stampa, la Polizia Stradale.

Più informazioni su