vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dal 22 agosto prende il via il New Acoustic Music Festival

Più informazioni su

 

VASTO.  Il NAM Festival festeggia quest’anno il 25° anniversario, martedì 22 e mercoledì 23 Agosto, ancora una volta nella cornice unica dei giardini di Palazzo d’Avalos a Vasto.

25 anni di meravigliosi incontri con suoni ed autori marginali al grande show business, ma in perfetta sintonia con l’arte di fare musica legata al rapporto “umano” tra musicisti e pubblico.

 Martedì 22 l’appuntamento è con due personaggi di statura altissima, FAUSTO ROSSI e JOHN GREAVES.

Fausto Rossi è probabilmente l’autore italiano che più di ogni altro è stato ed è padrone della sua musica e delle sue parole, dei suoi silenzi e dei suoi ritorni. Dall’epoca in cui si faceva chiamare Faust’O e segnava punteggi di rilievo sia per la canzone italiana che per una sperimentazione personalissima, Fausto si è preso cura di se stesso con i tempi e i modi a sé più consoni. Da allora ogni rara uscita discografica è stata una scommessa, un’idea nuova, un percorso “solitario come un fiume che lentamente scende fino al mare”, Con l’album “L’erba” del 1995 ha segnato un punto di non ritorno per la storia della musica italiana, con canzoni e suoni capaci di sgorgare da una fonte unica, come se il musicista friulano avesse trovato la quadra del suo modus operandi, che da allora ripeterà con sentimento immutato e soluzioni diverse e sempre spiazzanti, di una grazia spietata, regalandoci ogni volta perle luminose e terribili.

John Greaves, è un altro gigante, un musicista che ha segnato a fuoco gli anni ’70, innanzitutto come membro degli Henry Cow, i maggiori esponenti dell’avant-progressive rock britannico impegnato, denominato anche “rock in opposition”. Il rapporto con Peter Blegvad segna una svolta nella carriera di Greaves, che raggiunge Blegvad e la cantante Lisa Herman a New York, dove incide un disco importante come “Kew. Rhone.”. In seguito il bassista gallese entrerà in un altro fondamentale gruppo inglese come i National Health, per dare avvio anche ad una carriera solista ricca di soddisfazioni, di progetti, di supergruppi, di arrangiamenti per il teatro, di album tributo e dell’amore per la poesia di Paul Verlaine, con una crescita autoriale che lo vedrà impegnato sempre più spesso alle tastiere e al pianoforte, ed è tale veste che si presenterà sul palco del NAM festival, accompagnato dalla splendida voce di Annie Barbazza.

Mercoledì 23 apriranno la serata gli Shadoworld, sono Roberto Del Vecchio (voce), Old Boy (chitarra e voce) e Riccardo Carluccio (chitarra e synth). Freschi dell’omonimo album “Shadoworld” per l’etichetta italiana The White Room, i navigati musicisti vastesi proporranno un set neofolk con un tocco di western e di suoni apocalittici, memori di Death In June, Johnny Cash, Ennio Morricone e Nick Cave.

A chiudere il festival PAUL ROLAND, musicista dalla personalità complessa e intensa, allo stesso tempo cantautore, poeta, saggista erudito e scrittore, schivo, singolare, colto, mai banale, intensamente romantico, proprio come uno degli eccentrici personaggi che popolano le sue canzoni e che si rifanno liberamente alla letteratura gotica che fiorì verso la fine del XXVIII secolo in Inghilterra, dominando tutto il secolo successivo. Ma a parte il gusto per il soprannaturale e il fantastico, vi è nella poetica rolandiana un amore, una malìa, per l’ottocento vittoriano, che trova in descrizioni minuziose alla Thomas Hardy quell’introspezione metafisica, quella magia quotidiana che ha fatto apprezzare questo autore alla critica internazionale che più volte ha scomodato l’aggettivo “genio”. Lunga e articolata la carriera discografica di Paul Roland, che ha debuttato nei primi anni ’80 sulla caleidoscopica onda del revival psichedelico, e che vanta oggi decine di album di cui l’ultimo è il recentissimo “White Zombie” realizzato per la Dark Companion e definito dalla stampa come “un imperdibile capolavoro”. E sarà questo il disco che Roland porterà sul palco del NAM Festival 2017, accompagnato da Annie Barbazza al basso, chitarra e voce e da Lorenzo Trecordi al flauto e chitarre.

L’evento è organizzato dall’ARCI di Vasto per il Comune di Vasto.

 

 

Più informazioni su