vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scoperta una piantagione di marijuana su terrazzo, piante di oltre 2 metri

Più informazioni su

PESCARA. Nella giornata di ieri, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, a seguito
di autonoma attività info-investigativa, hanno individuato a Pescara, nei pressi del
locale nosocomio, una piantagione di marijuana che, seppur a carattere domestico, è
risultata di rilevanti dimensioni, per tale tipologia.
Nel dettaglio, la stessa è stata individuata in un condominio ove, uno degli inquilini aveva
adibito la terrazza dell’attico mansarda, a luogo ideale per realizzare un impianto per la
coltivazione dello stupefacente, sfruttando la particolare esposizione, favorevole al rapido
e rigoglioso sviluppo delle piante.
Piante che, infatti, sono risultate alte anche 2 metri e tanto floride da sporgere dal
parapetto della mansarda e che, per altezza, forma delle foglie e colorazione vivace, è
stato possibile riconoscere dall’osservazione stradale, facilmente come piante di “canapa
indiana”. Il tutto nonostante il tentativo di occultarne la visibilità dall’esterno, mediante
un’artigianale elevazione del perimetro del terrazzo, con sovrapposizione di mattoncini
d’argilla.
Pertanto, esperite le preliminari investigazioni ed individuata precisamente l’abitazione, i
militari del dipendente Nucleo pt – Gruppo Tutela Economia hanno deciso di accedere
all’appartamento dove hanno rinvenuto  sul terrazzo 30 piante di marijuana, accuratamente
dimorate e mantenute, identificando nel contempo il proprietario, un residente italiano di
anni 46 di Pescara.
All’esito di tali attività, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della
Repubblica di Pescara, il soggetto già gravato da precedenti specifici, è stato tratto agli
arresti domiciliari.
L’intervento fa seguito alle recenti importanti operazioni condotte dai finanzieri pescaresi
(tra le più importanti, l’operazione Santa Caterina con 15 arresti e quella conclusa con il
sequestro di 4 kg di cocaina e l’arresto di due coniugi corrieri) conferma l’efficacia del
rafforzamento del dispositivo di controllo del territorio, voluto dal Comando Provinciale di
Pescara e finalizzato al contrasto del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, nel
particolare periodo estivo, a tutela della cittadinanza e dei tanti turisti presenti.

Più informazioni su