vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In Comune la commovente cerimonia di saluto al Tenente Colonnello Giancarlo Vitiello foto

Più informazioni su

VASTO. Si è svolta questa mattina la cerimonia con la quale la cittadinanza ha voluto salutare il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Vasto Giancarlo Vitiello, che dal 10 settembre si trasferirà alla Scuola Allievi Carabinieri della Legione Abruzzo-Molise con sede a Campobasso. Alle 9.30, alla presenza di numerose forze dell’ordine, c’è stata la deposizione della corona d’alloro presso il Monumento dedicato all’Arma dei Carabinieri, in Via Alborato. Subito dopo ci si è spostati presso l’aula Consiliare del Municipio di Vasto in cui il sindaco Francesco Menna, a nome di tutta l’amministrazione comunale, ha esposto i saluti e i ringraziamenti al Comandante per il lavoro svolto con professionalità e amore in questi cinque anni.

“Il primo augurio al Tenente Colonnello Giancarlo Vitiello è per l’avanzamento di grado che in questi giorni si è meritatamente conquistato. Molti di noi, assessori, consiglieri, cittadini riconoscono al Tenente Colonnello Vitiello una serie di doti umane, di principi, di valori che lo hanno portato a farsi voler bene, a farsi riconoscere come l’uomo di stato che tutti vorrebbero, una persona cioè che ha capacità di mediazione nei momenti difficili, la persona che risponde al telefono in qualsiasi ora del giorno e della notte, la persona che affronta la sicurezza cittadina in silenzio, evitando clamori mediatici ma ottenendo risultati e obiettivi con la sua squadra. La persona che ha rappresentato durante gli anni della mia consiliatura e in questo anno di sindacatura momenti importanti per la città – ha continuato Francesco Mennacittà di confine soggetta a tentativi di infiltrazioni mafiose, ma che insieme alla Procura e alle istituzioni statali ha fatto e fa fronte comune. Vitiello ci lascia un patrimonio di sicurezza, di valori che ci hanno consentito di affrontare manifestazioni  che hanno portato in città migliaia di persone. Lascia un patrimonio che sarà raccolto da noi sindaci, di tutto il vastese che spero di aver rappresentato oggi.”

Molti sono stati gli interventi per salutare il Tenente Colonnello Vitiello, fra cui quello del presidente dell’Associazione vastese della Stampa, Giuseppe Catania, del Presidente della Legione Abruzzo il generale Michele Sirimarco e quello del Procuratore Giampiero Di Florio che ha detto: “Ha rappresentato la vicinanza al cittadino con incontri molteplici, è stato sempre pronto a tutto con la sua calma, con la sua serenità sapendo di poter confidare su uno Stato che lui stesso ha contribuito a far crescere avendo come obiettivo soltanto il rispetto del principio della legalità e io di questo gli sono grato.  Una realtà quella di Vasto si cui tutto si può dire tranne che è un’isola felice. Io spero che il suo erede colonnello sia in grado di raccogliere questa pesante eredità che lei lascia e il fatto che oggi siamo qui con i rappresentanti delle forze di polizia, con i sindaci in un consesso civico importante come quello del consiglio comunale è il segno tangibile della stima che lei ha conquistato in questi anni nel territorio vastese.”

“Noi facciamo questo lavoro perché ci piace farlo, ognuno ci mette del suo – ha detto il Tenente Colonnello Giancarlo Vitiello. Io ho desiderato fare questo lavoro in questo modo, mi sono sacrificato e l’ho fatto ma tutto quello che avete detto è stato possibile solo perché sono stato circondato da persone speciali, colleghi eccezionali ma anche dalle amministrazioni qui presenti, dall’associazione dei carabinieri con cui abbiamo un forte legame, perché ci danno dei consigli, c’è un trasporto particolare e chiaramente anche con le altre associazioni. Grazie, ringrazio nuovamente tutti i presenti”

Più informazioni su