vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“Gerussia”, i protagonisti della politica internazionale al Festival della Cultura foto

Più informazioni su

VASTO. Germania, Russia, Italia, le loro politiche più o meno condivisibili e il ruolo dell’Unione Europea nell’attuale panorama geopolitico hanno rappresentato il tema del settimo appuntamento del Festival di Cultura, Filosofia e Politica. Ospite della serata è stato il docente e giornalista Salvatore Santangelo che ha presentato il suo ultimo libro Gerussia – L’orizzonte infranto della geopolitica europea. Un incontro dagli innumerevoli spunti storico-politici: nonostante la ristrettezza dei tempi Santangelo è riuscito ad illustrare quello che si presenta come uno scenario a tratti inquietante. Tante verità disvelate, troppo spesso sottaciute da un’informazione manipolata o ridotte all’oblio da gran parte della memoria comune. Nel suo testo, sulla base di solide conoscenze storiche, l’autore ricostruisce la vicenda dell’asse Mosca-Berlino, emblema di un rapporto di amore-odio, ma anche la vicenda europea, storia di tempi floridi di cui per anni abbiamo beneficiato; storia ad oggi minacciata dalla ricomparsa di prorompenti interessi nazionali.

L’incontro si è concluso con un dibattito stimolante, moderato da Davide D’Alessandro, ideatore del festival insieme ad Antonio De Simone. Un dibattito incentrato sull’Italia, sulla crisi economica, politica e morale che la sta tediando da molti anni ormai. Il futuro della nostra nazione non si presenta roseo, questo Santangelo lo ammette, tuttavia se si elevasse la ragione a criterio guida per le scelte di interesse comune, forse qualche speranza potrebbe ancora affacciarsi all’orizzonte.

Il prossimo incontro del Festival si terrà sabato 23 settembre in compagnia di Piero Vietti, caporedattore de Il Foglio Quotidiano. Un incontro che si preannuncia sin da ora di grandissimo interesse.

Più informazioni su