vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Con l’AVI una grande festa a Vasto nella giornata mondiale dell’Alzheimer foto

Più informazioni su

VASTO. Il 21 settembre è stata la giornata mondiale dell’Alzheimer e ieri a Vasto si è svolta una vera e propria festa che ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare e sopratutto informare su una malattia che colpisce circa 600 mila persone in Italia. Lo scopo è stato quello di portare a conoscenza la possibilità di entrare a far parte di una comunità che lavora e collabora per combattere l’isolamento non solo dei malati ma anche delle loro famiglie. L’ “Alzheimer Fest” è stata organizzata dalla neonata associazione vastese A.V.I. (Alzheimer Vasto Italia) la cui presidente è Maria Teresa Del Gesso, con il patrocinio del Comune di Vasto e con la collaborazione del Rotary Club e del suo presidente Christian Lalla. A Vasto già da alcuni anni, grazie alla cooperazione fra i Servizi Sociali del Comune ed il Rotary vengono organizzati dei corsi di formazione tenuti a titolo gratuito dalla Dr.ssa Claudia Sacchet, medico specialista in Geriatria e Gerontologia all’interno dell’iniziativa Caffè Alzheimer.
Quello di ieri è stato un momento di festa rallegrato da danze, canti e musiche e dalla presenza di numerose associazioni del vastese. A moderare l’evento è stato il giornalista Pino Cavuoti che ha lasciato introdurre la dott.ssa Patrizia Corvino. A seguire poi i ragazzi ospiti del Consorzio Matrix, che coordinati da Luca Raimondi hanno intonato un canto tipico della loro cultura; numerosi altri artisti hanno dato il proprio contribuito alla serata.

“L’A.V.I. è nata per dare maggior sostegno ai famigliari dei malati, e andare così a rafforzare quello che ha sempre fatto il Caffè Alzheimer. Lo scopo di quest’anno è quello di reperire dei volontari che possano darci una mano, volontari la cui unica caratteristica dev’essere solamente la buona volontà” – ha detto la presidente Maria Teresa del Gesso. 

“Ogni anno i numeri di malati di Alzheimer raddoppiano – ha detto l’assessore Lina Marchesani. Io ringrazio il Rotary che ha permesso le attività del Caffè, e ringrazio l’A. V. I. e tutto il direttivo per l’importante ruolo che svolgono in società. Da soli non ce la si fa, le associazioni sono importantissime. Oggi è una giornata di festa in tutto il mondo e sono felice che anche Vasto stia festeggiando.”

“La malattia dell’Alzheimer comporta la degenerazione del cervello, purtroppo molte famiglie direttamente o no sono coinvolte – ha spiegato la dott.ssa Claudia Sacchet. Questa malattia colpisce il modo in cui una persona si comporta, la sua memoria, quello che ricorda e quello che può apprendere. Si verifica un grande cambiamento in queste persone che non riconoscono più i loro famigliari, non sono più in grado di gestire la propria vita e questo determina una grossa sofferenza nei famigliari e la totale dipendenza dei malati da qualcuno. Ci sono poche forme di insorgenza giovanile anche se stanno venendo fuori forme correlate all’assunzione di sostanze stupefacenti. Il problema prevalentemente si presenta dopo i 65-70 anni. I farmaci che abbiamo al momento a disposizione sono un fallimento e dai disturbi clinici emerge che è importantissima la prevenzione delle malattie cardiovascolari e lo stile di vita per ridurre il rischio di ammalarsi. Esistono terapie non farmacologiche che alcuni studi hanno dimostrato essere fondamentali fra cui quelle di antistimolazione cognitiva come esercizi ecc, musicoterapia, pet therapy, attività fisica e tanto altro.”

Presenti anche Rosanna Florio dell‘Associazione Amici di Zampa che ha sottolineato l’importanza del contatto con gli animali per i malati di Alzheimer e Miranda Sconosciuto con altre rappresentanti della Bottega Incontro Donna. Molte altre le associazioni intervenute, fra cui la Ricoclaun,la Fedios,  i Vigili del Fuoco in Congedo e il Golfo delle Idee. 

Più informazioni su