vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Convegno Civeta, obiettivi e progetti per valorizzare il territorio foto

Più informazioni su

CUPELLO. Si è svolto ieri pomeriggio il convegno “Civeta e Piano Regionale di gestione dei rifiuti”, alla presenza del commissario del Civeta Franco Gerardini, di Giuseppe Di Marco, presidente di Legambiente Abruzzo, del consigliere comunale Camillo D’Amico e Verena Colamarino dell’associazione Il Cambiamento. Presenti anche alcuni sindaci del territorio oltre ad Emanuele Marcovecchio, sindaco di Cupello. L’obiettivo era fare il punto della situazione sul territorio per quanto riguarda il Civeta, discutere cioè sia dei nuovi progetti che devono poter conferire valore aggiunto all’area, sia degli aspetti più critici. Si è parlato delle attività di risanamento del bilancio del Civeta con l’adeguamento del sistema tariffario e della duplice direzione intrapresa dal polo tecnologico, riguardo non solo i rifiuti ma anche la produzione di energia verde, che prevede la costruzione di un parco automezzi. E’ stato ripreso il tema dei cattivi odori che era stato sollevato da alcuni cittadini nelle scorse settimane ed è stato riconfermato che si sta provvedendo a lavori di revamping per cui a breve termineranno i disagi. Uno dei temi cardine dell’incontro è stata la tariffazione puntuale, ossia il pagamento quantificato in base alla reale quantità di rifiuti prodotti da ciascuno, tariffazione possibile solamente a fronte di una corretta gestione della raccolta differenziata porta a porta. Tematica questa sottolineata anche da Legambiente Abruzzo: “Pagare in base a quanto si produce è un modo per responsabilizzare il cittadino, renderlo più attento in particolare alla produzione del secco residuo. La raccolta differenziata porta a porta, il riciclo, la prevenzione e il recupero delle materie prime servono per migliorare l’assetto ambientale e la qualità della nostra vita e solo in questo modo possiamo sottrarre rifiuti alle discariche e agli inceneritori, ciò che tutti noi temiamo di più“.

 

 

Più informazioni su