vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Suriani: “Ancora spese folli addebitate ai cittadini sulle luci votive del cimitero”

Più informazioni su

VASTO. Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia-An, Vincenzo Suriani, ha presentato una interrogazione al sindaco, Francesco Menna, per chiedere chiarimenti sui bollettini di pagamento del canone per le luci votive del cimitero, anche quest’anno gravati da costi di spedizione che alla maggior parte dei cittadini appaiono ingiustificati.

Importo da pagare

Importo da pagare

Il consigliere Suriani, premesso che “il Comune di Vasto ha provveduto a spedire, nelle settimane scorse, il bollettino per il pagamento del canone annuale delle luci votive e che, anche quest’anno, dalla specifica si evince che il costo di spedizione, a carico del contribuente, è di € 5,31”, ha incalzato l’amministrazione dicendo che “per quello che risulta al consigliere scrivente e a centinaia di cittadini infuriati, la spedizione di una lettera semplice, effettuata da un privato, ha un costo di 0,95 euro, e quindi pari a meno di un quinto di ciò che il comune di Vasto chiede di pagare ai suoi cittadini.”

Della questione si era già occupato il consiglio comunale, in data 18 maggio 2017, durante il quale l’amministrazione, rispondendo a una interrogazione di Suriani, aveva affermato che il problema era allo studio e in fase di soluzione, ma evidentemente così non è stato e il problema dei costi delle spese di spedizione si è puntualmente riproposto nell’invio dei bollettini di quest’anno.

“Incalzato dalle sollecitazioni di molti concittadini che si sono visti recapitare i bollettini 2017 – conclude Suriani – chiederò al Sindaco Menna quando e come l’Amministrazione cercherà di eliminare questa odiosa sovrattassa sulle luci votive, e come sia possibile che anche quest’anno siano stati spediti bollettini maggiorati, nonostante le rassicurazioni fornite in aula dalla amministrazione il 18 maggio scorso”.

L’interrogazione di Fratelli d’Italia verrà discussa nel prossimo consiglio comunale che si terrà, presumibilmente, ai primi di ottobre.

 

Più informazioni su