vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La cantautrice sansalvese Lara Molino vince il premio “Sirenetta d’Argento”

Più informazioni su

VASTO. Lara Molino vince la “Sirenetta d’Argento”, il premio assegnato dal Comune di Vasto agli abruzzesi che maggiormente rappresentano l’Abruzzo in Italia e nel Mondo. Il premio verrà consegnato alla cantautrice di San Salvo oggi, giovedì 28 settembre, alle ore 18.30 a Vasto, presso i Giardini d’Avalos, dove si terrà la manifestazione “Vasto per l’Abruzzo”. Questa la motivazione: “Riteniamo che la Sua musica sia particolarmente preziosa perché valorizza la lingua abruzzese e quindi anche la storia, la tradizione e l’anima della nostra Regione nel panorama nazionale.”

Durante l’evento l’Associazione “Uno spot per l’Abruzzo”, composta da talenti abruzzesi in ambito cinematografico e giornalistico, presenterà in anteprima nazionale il video “Mamma che silenzio”. Questo progetto, realizzato gratuitamente a sostegno della terra abruzzese, ha come obiettivo quello di aiutare a rilanciare l’immagine dell’Abruzzo dopo il terremoto. Saranno presenti alla cerimonia Gianni Letta, gli attori Cinzia Leone, Gabriele Cirilli e gli artisti del progetto solidale. A fine serata l’assegnazione delle “Sirenette d’Argento”.

“Fòrte e Gendìle” è il primo disco in lingua d’Abruzzo di Lara Molino, pubblicato lo scorso giugno insieme al singolo apripista con relativo video “Lu fóche de San Tumasse”.
Prodotto da Michele Gazich per la sua etichetta fonoBisanzio e distribuito da IRD, “Fòrte e Gendìle” raccoglie dieci canzoni folk suonate solamente con la chitarra acustica, il violino, la viola e pochi altri strumenti.
Lara ha scritto gran parte dei brani insieme al padre poeta Michele Molino raccontando di antichi riti comunitari, leggende, migrazioni, affascinanti briganti, eccentrici pescatori e donne povere ma forti e gentili come le persone d’Abruzzo e la straordinaria voce della titolare. Tuttavia questo non è un disco per soli abruzzesi: come ogni album realmente folk ha la forza di parlare a quella parte di terra e radici che ognuno di noi si porta dietro nonostante tutto. Collegando il sangue dei padri a quello dei figli e lasciando che siano le vite di un tempo a parlare alle vite di oggi.

Più informazioni su