vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“Restituire alla città i terreni privatizzati in località San Nicola e Canale” foto

Più informazioni su

VASTO.Vogliamo presentare una mozione che speriamo venga votata da tutti, una mozione con la quale vogliamo restituire alla città moltissimi lotti di terra situati in località San Nicola e Lacanale, appezzamenti che dal 1976 sono stati dati in locazione ad alcuni beneficiari di Vasto in maniera esclusiva, senza conoscere le modalità. Alcuni dei terreni sono recintati, altri impediscono addirittura il passaggio pedonale, su altri esiste divieto di sosta. Mi auguro e sono convinto che questa mozione venga votata da tutto il Consiglio Comunale, sia dalla maggioranza sulla quale non ho dubbi, ma anche dall’opposizione”. 

A parlare è Luigi Rampa, del gruppo consigliare Avanti Vasto il quale ha convocato questa mattina una conferenza stampa per annunciare che presto in sede di Consiglio Comunale verrà presentata la suddetta mozione. Questa riguarda 44 lotti per i quali viene versata una locazione irrisoria, lotti che si trovano in località ampiamente apprezzate a livello turistico e paesaggistico. Molti sono a ridosso della battigia, non lontani dai trabocchi e adiacenti alla Via Verde, che vedrà la partenza dei lavori fra pochi giorni. Da tre anni la gestione dei contratti inerenti la locazione degli appezzamenti di terra è passata alla Provincia di Chieti.

Questa mozione è rivolta al sindaco e a tutta l’amministrazione – ha detto la consigliera Maria Molino. Questi terreni sono stati dati in concessione da 40 anni, ma da un’analisi risulta che per l’assegnazione non si è proceduto ad alcun bando ma i lotti sono stati assegnati a semplice richiesta dei beneficiari. I terreni nel maggio 2014 sono passati all’amministrazione provinciale che li gestisce insieme a tutto l’ex tracciato ferroviario. I lotti sono stati recintati integralmente in modo da precludere in modo assoluto l’accesso al pubblico. Queste persone hanno “privatizzato” una zona di alto interesse economico e non solo. Hanno impedito ai vastesi ma anche ai turisti di godere della costa.”

Oltre all’impossibilità di oltrepassare le recinzioni degli appezzamenti, è resa difficoltosa anche la viabilità perché esiste una strada che costeggia i lotti ma su di essa è impedito il transito. Risulta inoltre che alcuni di questi contratti con cui sono stati concessi i lotti siano scaduti ma – specifica Molino – i beneficiari hanno rivolto un’istanza all’amministrazione provinciale per poter avere un nuovo titolo di godimento o addirittura per poterli acquistare.  Poiché le aree oggetto sono di grande pregio e ricadono nella perimetrazione dell’area verde, che prevede la costruzione di una pista ciclabile costiera che interesserà tutta la costa teatina, “è necessario evitare che in questa zona si possa verificare qualsiasi forma di speculazione privata, e impedire il riconoscimento di fantomatici diritti acquisiti su queste aree. Con questa mozione si vuole impegnare il sindaco e tutta l’amministrazione a svolgere qualsiasi azione ritenuta idonea affinché i cittadini possano tornare a usufruirne. Qualora non si ottenesse il favore dell’amministrazione provinciale almeno bisogna insistere per ottenere la possibilità di realizzare parcheggi e strade di accesso oltre che consentire la balneazione e il transito pedonale.”

E’ stata specificata quindi l’importanza di convocare il Presidente del Consiglio Provinciale nel più breve tempo possibile.

Presenti alla conferenza stampa anche l’assessore Gabriele Barisano, il sindaco Francesco Menna, il presidente di Avanti Vasto Giovanna Paolino e Luciano Lapenna, che ha detto: “E’ fondamentale mettere ordine in quelle zone e stabilire un bando pubblico per l’assegnazione.L’amministrazione deve pretendere dalla provincia che si lascino spazi idonei per il transito e i parcheggi, ma certamente l’arbitrio che c’è ora non può più essere tollerato.”

Il sindaco Menna ha ribadito la necessità e l’importanza di procedere alla riapertura degli accessi al mare, questione nota dai tempi dell’amministrazione Lapenna. Ha sottolineato inoltre come il gruppo politico di Avanti Vasto stia agendo per la città, per conferire nuovamente la possibilità di usufruire di zone e strade ad oggi privatizzate e non percorribili. “Come amministrazione accelereremo i tempi il più possibile”. 

Più informazioni su