vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Giornata FAI d’Autunno, grandissima affluenza fra i tesori nascosti di Vasto fotogallery

Più informazioni su

VASTO. Una grandissima affluenza, nella giornata di ieri, presso i cinque punti storici resi fruibili durante la Giornata FAI d’Autunno. Un evento apprezzato dai vastesi e da tutti coloro che da paesi limitrofi si sono recati appositamente a Vasto per visitare la città “Vista e mai Vista”.

Questi i suggestivi luoghi che hanno accolto ieri centinaia di visitatori: le Terme Romane in via Adriatica, Palazzo Pietrocola, il piazzale antistante il Portale di S. Pietro, la chiesetta della SS. Trinità e infine il Semipogeo della Chiesa del Carmine, aperto al pubblico unicamente nella Giornata FAI d’Autunno. Un tesoro da preservare e che la storia antica ci ha tramandato, nonostante le frane e gli eventi atmosferici che ne hanno segnato la vicenda. Bellezze di cui andare fieri, mosaici romani che si prestano a molte interpretazioni, alcuni dei quali come quello di Palazzo Pietrocola, scoperti diremo quasi di recente e il cui destino è tuttora un grande punto interrogativo; e poi ancora le terme, che facilmente catapultano con la mente nella magnifica Roma antica. Un incanto “che vale la pena vedere”, dicono i visitatori mentre attraversano entusiasti i vicoli del centro storico. E’ un grande tuffo nella storia, quella profana e quella religiosa, come attestano i resti di un muro romano nella chiesetta della SS. Trinità. Ma ciò che ha lasciato senza fiato è stato il Semipogeo della Chiesa del Carmine, risalente al 1700, un insieme di ambienti che appartenevano all’omonimo convento fondato dai Padri Lucchesi e che si prestavano storicamente a molteplici funzioni, fra cui quella di scantinati per i mesi estivi e nevai per i mesi invernali. Questi locali sono stati resi fruibili grazie alla delegazione FAI di Vasto che se ne sta prendendo cura. Proprio nel Semipogeo alle 18.30 si è esibito il duo Chorando Brazil che suonando egregiamente clarinetto e marimba ha lasciato il pubblico a bocca aperta.

Insomma, punti suggestivi che persino molti vastesi non ricordavano, ma anche bravissimi ciceroni, preparati e pronti a rispondere alle numerose curiosità dei visitatori. A fare da guida sono stati i giovani volontari di due scuole della città, il Polo Liceale Statale “Pantini Pudente” e l’ Istituto Tecnico Statale Economico Tecnologico “Filippo Palizzi”. 

Un evento che non sarebbe stato possibile realizzare senza il patrocinio del Comune di Vasto e senza la costante presenza degli uomini della Protezione Civile.

Più informazioni su