vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Congresso Pd, Luciano Lapenna eletto coordinatore cittadino all’unanimità foto

Più informazioni su

VASTO. Alla fine le cose sono andate come ampiamente preventivate da molti, Luciano Lapenna è stato eletto come nuovo coordinatore cittadino del Pd all’unanimità.  Durante i lavori non sono mancati momenti di tensione, soprattutto in apertura, cioè quando è stato letto un documento dalle parole al vetriolo e a firma di Maria Amato, Angelo Bucciarelli, Giuseppe D’Aurizio e Raimondo Pascale.

Anche Domenico Molino non è andato per il sottile, chiedendo addirittura di rinviare il congresso odierno.

Ad aprire l’incontro nel pomeriggio è stato Francesco Menna il quale, tra i papabili, aveva fatto prima il nome di Simone Lembo salvo poi spiegare le motivazioni per cui questa strada non era percorribile. Successivamente ha smentito categoricamente ogni ipotesi riconducibile alla candidatura di Angelo Pollutri, per poi optare per Luciano Lapenna. L’ex sindaco di Vasto è stato di fatto l’unico nome che ha trovato la condivisione della gran parte del congresso.

Nel post nomina, Luciano Lapenna, si è espresso così: “E’ un percorso che va nel segno dell’unità, lavorerò per ridare a questo partito una compattezza che negli ultimi tempi non ha sicuramente avuto, a sostegno di Francesco Menna e di questa amministrazione e nel pieno percorso di un centrosinistra forte dei suoi valori: ambiente, lavoro, ruolo della scuola. Una investitura però temporanea”.

Per quanto riguarda il momento del partito, ovvero la sua divisione e il dissenso espresso anche in apertura dei lavori, Lapenna ha detto: “Oggi abbiamo assistito  ad alcune manifestazioni di dissenso. Quello che mi è molto dispiaciuto è non aver visto l’On. Maria Amato, a cui chiedo un impegno verso i tanti voti che lei ha avuto da  Vasto per la sua elezione. Con la sua non partecipazione offende i tanti  appartenenti al Pd e i tanti iscritti a questo partito. E’ vero ci sono diverse posizioni all’interno di un partito, ma dobbiamo sforzarci tutti di trovare una sintesi condivisa il più possibile per poter procedere”.

Successivamente Lapenna a chi lo ritiene troppo impegnato, tra l’Anci e il ruolo di consigliere comunale, per fare il coordinatore cittadino del Pd ha detto: “Abbiamo messo su una una squadra importante, abbiamo oltre 40 persone nel direttivo e tra cui molti giovani. Quindi non lavorerò solo io, ma faremo squadra tutti quanti. Se c’è collaborazione sicuramente si andrà avanti ed io sono fiducioso perché possa andare a buon fine anche questo percorso avviato oggi”.

Infine non è mancata una frecciatina al centrodestra, che continua a rimarcare lo stretto legame tra Lapenna e Menna dopo questa nuova nomina e come soprattuto il sindaco non sia totalmente indipendente nelle sue scelte: “E’ un centrodestra diviso. All’interno del Consiglio comunale non c’è un gruppo di centrodestra. Facessero gli slogan, continuassero la loro campagna rabbiosa, populista e sicuramente gli elettori in futuro continueranno a votare il centrosinistra”.

Più informazioni su