vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“Libriamoci”, anche Montenero aderisce all’iniziativa del ministero

Più informazioni su

MONTENERO DI BISACCIA. Ha preso il via oggi la quarta edizione di “Libriamoci – Giornate di lettura nelle scuole”, promosso in tutta Italia dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in attuazione delle linee programmatiche stabilite dal Protocollo d’intesa con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

L’iniziativa, che prenderà vita anche presso l’Istituto Omnicomprensivo di Montenero di Bisaccia guidato dalla Dirigente Scolastica Patrizia Ancora, con il patrocinio del Comune di Montenero di Bisaccia e dell’Assessorato comunale alla Cultura, Turismo e Spettacolo, è dedicata alle scuole di ogni ordine e grado e si svolgerà nei locali della Sala Multimediale e del Teatro Parrocchiale “Comunità Pastorale Maria Santissima di Bisaccia”, oltre che nelle rispettive aule di ciascuna classe aderente.

Parteciperanno all’evento gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado, in particolare quelli delle classi prime delle Sezioni A, B, e C, le classi seconde delle Sezioni A e B e le classi terze delle sezioni A e B. Diverse le docenti impegnate nel progetto, tra le quali Kabiria Bolognese, Diana D’aulerio, Blandina Gabriele, Angela Palma e Alberta Sciarretta.

Nella giornata conclusiva del progetto, che si terrà presso il Teatro parrocchiale di Montenero il prossimo 27 ottobre, gli alunni della classe terza B presenteranno la lettura – spettacolo del romanzo di Daniel Pennac “Le roman d’Ernest et Célestine”, con il coordinamento della prof.ssa Kabiria Bolognese, docente di lingua francese, e della prof.ssa Blandina Gabriele, docente di lingua italiana.

“Sono felice di vedere riproposta questa iniziativa – ha affermato il sindaco Nicola Travaglini perché ritengo molto importante stimolare l’abitudine alla lettura sin dai primi anni di scuola. In questo modo i ragazzi avranno la possibilità di aprire sempre di più la propria mente e riuscire ad ampliare i propri orizzonti”.

 

Più informazioni su