vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Vastese non si ferma più, 4-0 ai Nerostellati e secondo posto foto

VASTO. Nella nona giornata di campionato la Vastese ospita all’Aragona i Nerostellati per l’ennesimo derby di questa stagione. I biancorossi sono a caccia della quinta vittoria consecutiva, mentre i peligni di punti per smuovere una classifica fin qui altamente deficitaria. Colavitto manda in campo la solita formazione ad eccezione di Bagaglini, al suo posto  gioca Viscardi. Il difensore centrale e’ stato fermato da un fastidioso mal di schiena nella rifinitura del sabato.

LA PARTITA. La Vastese parte subito forte. Al 4′ sfiora il go,  assist di Cristaldi di testa, Fiore si coordina e calcia. Molto bravo Parente ad opporsi e dire di no al numero 10.

Passano tre minuti e al 7′ Viscardi porta in vantaggio la propria squadra. Calcio di punizione della Vastese, uno schema che mette in difficoltà la retroguardia dei Nerostellati e Viscardi è bravissimo ad andare di testa e battere l’estremo ospite.

Al 14′ arriva la risposta dei peligni con una conclusione di Bruni sulla quale è bravissimo Camerlengo ad opporsi. Al 17′ è ancora Bruni a provarci, questa volta di testa, tutto facile per l’estremo di casa.

Al 20′ la Vastese trova il raddoppio con una conclusione dai 25 metri di Viscardi che non lascia scampo a Parente. Un missile che si infila sotto la traversa. Al 25′ ancora ospiti in avanti con una conclusione di Kone, tutto facile ancora una volta per il portiere di casa che si fa trovare pronto.

Al 34′ gli ospiti a provarci dalla distanza con Di Ruocco. Il tiro del numero 24 viene bloccato facilmente da Camerlengo.

Al 40′ la Vastese torna a farsi vedere dalle parti di Parente, cross di Stivaletta, colpo di testa di Cristaldi. Il portiere riesce in due tempi a fare sua la sfera.

Al 45′ ancora Cristaldi pericoloso, il numero 9 prova a scalvalcare Parente con un tocco morbido. La sua conclusione viene salvata quasi sulla linea dai difensori dei Nerostellati. Si va a riposo dunque sul 2-0 della Vastese.

Nella ripresa la Vastese trova subito il terzo gol con Leonetti che di testa scavalca Parente con un preciso pallonetto. All’ottavo i Nerostellati si rendono pericolosi con una sgroppata sull’out di sinistra di Censori che mette al centro un pallone sulla quale la difesa biancorossa si salva in affanno.

Al 14′ Vatese pericolosa con una conclusione da fuori di Stivaletta, Parente è molto bravo ad opporsi.

Al 17′ Di Ruocco se ne va sulla sinistra, mette al centro un pallone al bacio per Censori che da due passi si divora un gol clamoroso.

Al 21′ la vastese segna la quarta marcatura. Fiore viene steso in area di rigore. Sul dischetto va Cristaldi che spiazza Parente e segna il 4 a 0.

Al 40′ Cristaldi lanciato in profondità da un colpo di testa di Bittaye salta il portiere, ma la sua conclusione viene respinta in angolo.

Al 42′ occasionissima per De Chiara lasciato tutto solo in area di rigore. Il terzino conclude al volo di sinistro, ma il pallone finisce in curva D’Avalos.

Al 43′ punizione per la Vastese con Lucciarini, Parente riesce a respingere in affanno e poi blocca.

Al 47′ la Vastese va ancora all’attacco con Iarocci che calcia, respinge Parente. E’ una Vastese all’arrembaggio  e che ci riprova un minuto dopo con Amelio per due volte senza fortuna. La stessa sorte tocca al 48′ a Colitto ed il risultato resta sul 4-0.

All’Aragona la Vastese porta a casa i tre punti dopo una partita in cui la formazione di casa ha legittimato il vantaggio e la vittoria. Per i biancorossi si tratta della quinta vittoria consecutiva e soprattutto l’aggancio ai piani nobili della classifica, ovvero  la seconda posizione.

VASTESE: Camerlengo, Iodice, De Chiara, De Feo, Amelio, Viscardi, Stivaletta, Pizzutelli, Cristaldi, Fiore, Leonetti. A DISPOSIZIONE: Coppola, Iarocci, Casciani, Lucciarini, Di Pietro, Bittaye, Napolitano, Colitto, Alberico.

NEROSTELLATI: Parente, Valente, Del Gizzi, Vitone, Giallonardo, Censori, Bruni, Pacella, Di Ruocco, Kone, Di Rosa. A DISPOSIZIONE: Capone, Ponticelli, Di Ciccio, Rossi, Iacobucci, Puglielli, Di Cerchio, Cicconi, Donatangelo.

ARBITRO: Bracaccini di Macerata