vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La scrittrice pollutrese Filomena Piccirilli sarà a Padova con “La nudità dell’anima” foto

Più informazioni su

POLLUTRI. L’Associazione abruzzese Balbino del Nunzio di Padova ha inviato la giovane scrittrice pollutrese Filomena Piccirilli per presentare la sua raccolta di poesie ‘La nudità dell’anima’. L’evento si terrà sabato 18 novembre presso il chiostro della magnolia della Basilica del Santo. “E’ stato un vero onore ricevere questo invito”  racconta a Vasto Web Filomena “e al contempo un grande piacere accettarlo. A tal proposito ci tengo a ringraziare il mio compaesano Romoaldo Tartaglia, il quale ha fatto sì che il mio libro potesse essere letto e apprezzato dai membri dell’Associazione Balbino del Nunzio”. L’attore e regista Filippo Crispo leggerà e interpreterà i testi poetici, parole che si adageranno sullo sfondo musicale dei maestri Matteo e Massimiliano Vettore, rispettivamente al pianoforte e al clarinetto. Tra i relatori presenti alla presentazione spiccano i nomi del Prof. Rocco Pagliani, docente e poeta, e della Prof.ssa Elisa Lizzi, docente e critico letterario.

Ho avuto il piacere di conoscere telefonicamente il Prof. Pagliani, le Sue parole mi hanno commossa profondamente, sapere di poter toccare attraverso i miei versi un altro cuore umano mi gratifica enormemente” ci confessa Filomena.

Inoltre proprio in questi giorni la sua opera poetica festeggia la terza ristampa, che l’autrice ha deciso di accompagnare con una nota aggiuntiva:

“Nota alla terza ristampa
“Scrivo per necessità, la pubblicazione non è stata che un fuori programma. Eppure nel farlo mi sono resa conto che i sogni non sono fatti per stare dentro ad un cassetto, perché solo nella misura in cui ci sforziamo di realizzarli possiamo dirci vivi. E in quegli innumerevoli tentativi di trasformarli in realtà risiede, in fondo, la nostra unica speranza di felicità.

A chi osa essere se stesso,
a chi ha il coraggio di non aver paura,
a chi ha l’audacia di sorridere,
a chi non si limita ad essere vivente,
ma cerca, anche e soprattutto, di essere umano.
A te papà che sei il mio coraggio di sorridere,
A te mamma che sei la mia forza per vivere,
A te Sabrina che sei la mia capacità di volare,
A te Fabio che sei la mia voglia di sperare,
A voi lettori che siete la mia libertà di sognare.”

“Penso che possiamo vivere solo ciò in cui crediamo… Io ho avuto una fede smisurata nell’umanità e nelle generosità delle persone quando ho deciso di devolvere la metà del ricavato del libro ai terremotati di San Severino Marche, il paesino della mia compagna di banco di Affari Tuoi, e organizzare mostre con mia sorella, l’acquerellista Lucia Piccirilli, per raccogliere fondi. Sapevo di essere circondata da persone meravigliose, questa terza ristampa e l’affluenza che io e Lucia abbiamo avuto alle mostra Acquerelli In/Versi è stata, piuttosto che una sorpresa, una piacevole conferma. Inoltre non sarei mai riuscita a perseguire i miei obiettivi senza la preziosa partecipazione e collaborazione dell’editore Michele Citro, della Prof.ssa Christine Tracey, della poetessa Marianna della Penna, del pianista Panfilo Marrollo, dell’Avv. Domenico Manzi e della scrittrice Desirée D’Anniballe, che ringrazio di cuore insieme a tutti coloro hanno creduto in me e mi hanno incoraggiata in quest’ultimo anno”.

Filomena al momento sta lavorando al suo nuovo libro, un romanzo d’amore, che ha deciso di intitolare Il cimitero delle margherite e per via di impegni lavorativi si trasferirà presto a Roma.

Più informazioni su