"10 mila diabetici nel vastese ignorati dal direttore generale della Asl"

"Chiarezza sul piano vaccinazioni, dare precedenza a chi ha patologie croniche e pregresse"

Attualità
giovedì 14 gennaio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Diabete
Diabete © Asl Lanciano-Vasto-Chieti

VASTO. "Il Direttore Generale della ASL 2 Lanciano Vasto Chieti, continua a non considerare e dare le giuste attenzioni per la risoluzione delle difficoltà che i diabetici del territorio vastese sono costretti a subire, nonostante siano trascorsi esattamente due mesi dalle richieste rappresentate con estrema chiarezza in data 15/11/2020.

Una mancanza di rispetto nei confronti dei 10.000 diabetici presenti nel nostro territorio, che certamente non meritano di essere ignorati e lasciati senza risposte adeguate, nonostante le problematiche sempre maggiori e difficili causate da questa seconda ondata del Covid-19.

Non è accettabile un simile comportamento, la popolazione del vastese non può essere ignorata dall'Ing. Scheal, che ha il dovere professionale e civile, di avere cura e sopratutto il totale rispetto della salute verso le persone che convivono con patologie croniche.

Cittadini che hanno il sacrosanto diritto di essere ascoltati, altrimenti si deve prendere il coraggio di rispedirlo nella sua bella città e sostituirlo con altro professionista esperto in materia sanitaria e possibilmente del nostro territorio abruzzese, soluzione che resta di esclusiva competenza dei rappresentanti della politica del nostro territorio.

E' stato chiesto anche di conoscere cosa contiene il piano di vaccinazione, per conoscere quanto previsto circa la corretta graduatoria solo ai fini di dare precedenza alle persone con patologie croniche senza concedere a nessuno privilegi non spettanti, ma sopratutto evitare le prevaricazioni al fine di favorire e vaccinare prima parenti ed amici, come siamo abituati ormai a vedere da moltissimi anni, ma su queste eventuali azioni ci sarà di sicuro moltissima attenzione con eventuali denunce.

Se entro i primi giorni della prossima settimana, non ci saranno ancora risposte, le chiederò tramite denuncia alla Procura della repubblica.

Nel contempo approfitto per dare un ulteriore pensiero (causato dal Covid-19) alla perdita del Vs/ Presidente Peppino Catania, mio amico personale e signore indimenticabile."

Così, in una nota stampa, Raffaele Felice.