D'Elisa: "Contagi Covid-19, Vasto ha numeri da zona rossa"

Il consigliere di minoranza: "Marsilio faccia subito un lockdown territoriale"

Attualità
mercoledì 07 aprile 2021
di La Redazione
Vasto dall'alto
Vasto dall'alto © Vastoweb

VASTO. "L’attuale andamento epidemiologico da Covid 19 desta a Vasto e nel comprensorio grande preoccupazione nei cittadini alla luce del notevole incremento dei casi da Covid 19 dell’ultima settimana. Infatti, come da indicazioni diffuse dalle Autorità competenti, nel Comune di Vasto risultano nell’ultima settimana ben 346 nuovi positivi con circa 1.030 quarantene attive;  Vasto ha  41.000 abitanti; Numeri da zona rossa  in quanto di  gran lunga superiori al limite di 250 contagi ogni 100.000 abitanti come stabilito dall’articolo 1 comma 4 del Decreto legge n.44 del 01.04.2021 approvato dal Consiglio dei Ministri avente ad oggetto “Misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da Covid 19 e in materia di vaccinazioni anti SARS-COV-2 valido dal 7 aprile al 30 aprile 2021”.

Il comma n. 5  del  decreto richiamato  cita testualmente : “ Dal 7 aprile al 30 aprile 2021, i Presidenti delle Regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano possono disporre l’applicazione delle misure stabilite per la zona rossa, nonché ulteriori, motivate, misure più restrittive tra quelle previste dall’articolo 1, comma 2, del decreto legge 19 del 2020, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 2 comma 1:

a) nelle province in cui l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti;

 b) nelle aree in cui la circolazione di varianti  SARS COV 2 determina alto rischio di diffusività o induce malattia grave.

In base ai dati riscontrati è chiara la totale necessità di applicare le disposizioni del decreto legge, per questo chiedo espressamente e senza indugio al Presidente della Regione Abruzzo, Marco  Marsilio, di intervenire,  Vasto con questi numeri di contagio rientra nella zona sanitaria “rossa” con la necessità di una  immediata attivazione  di un lockdown territoriale mirato indipendentemente da eventuali altri parametri a contenere la diffusione della pandemia.

Da ieri mattina,  giorno 07 aprile, in virtù del colore sanitario “arancione” attribuito a livello di regione Abruzzo, tutte le scuole di Vasto sono ritornate in presenza. Le scuole superiori al 50%. Con questi numeri in città   si può rischiare un ulteriore diffusione dei casi di contagio favorito da una  riapertura in presenza con possibile  aggravio di criticità della struttura ospedaliera di Vasto già duramente provata dai continui interventi e ricoveri.  Riteniamo che le scuole andrebbero immediatamente chiuse, attivando la DAD, come prevede il decreto legge per le zone rosse a partire dalle seconde classi delle scuole secondarie di primo grado e a tutte le scuole secondarie superiori.

Invito, il Presidente della Regione abruzzo sentite le Autorità Sanitarie competenti a mettere in atto tutte le azioni territoriali possibili al fine di contenere e limitare la diffusione del contagio."

Alessandro d’Elisa -  Consigliere Comunale  di Vasto- Gruppo misto