"Tra disoccupazione e turismo bisogna rilanciare la bottega artigiana"

Attualità
lunedì 12 aprile 2021
di La Redazione
​Artigianato
​Artigianato © Web

VASTO. "L’Italia può vantarsi della sua grande tradizione artigianale  ed anche in questo tempo pandemico continua ad avere un posto privilegiato fra i paesi industrializzati. Molti centri storici in particolare nelle cittadine turistiche risentono notevolmente dello spopolamento delle attività commerciali.

Questi bei luoghi  che sembrano quasi addormentarsi; secondo alcuni interessanti progetti potrebbero invece tornare a risplendere come una volta con le botteghe artigianali, le quali  conservano sempre il fascino delle eccellenze nelle lavorazioni (Liuteria, vetreria, tessile ecc…).

In un prossimo futuro le richieste di professionalità fondate sul sapere fare manualmente,  aumenteranno notevolmente ed i prodotti di nicchia fatti a mano saranno ricercati da un mercato mondiale; inoltre grazie alle tecnologie digitali, per gli artigiani si stanno aprendo nuovi sbocchi occupazionali favorendo così le produzioni su piccola scala.

In uno studio intitolato “Mutamenti nelle composizioni dell’artigianato” si evidenzia che l’Italia,  paese famoso per il suo ineguagliabile “Made in Italy”  ha una disoccupazione giovanile importante e nel mentre scarseggiano carpentieri, idraulici, falegnami e sarti. La bottega artigiana gioiello nel centro storico potrebbe  diventare sicuramente il posto giusto dove potere apprendere le competenze essenziali per formare giovani e meno giovani in artigiani bravi ed innovatori.

Arte ed artigianato particolarmente  nelle cittadine turistiche abruzzesi si coniugano egregiamente e questi luoghi prestigiosi ritornerebbero meravigliosamente al loro antico splendore divenendo stupende cornici e volano  di attrazione.

La sfida consigliata da studiosi ricercatori è dunque risvegliare questi luoghi con le caratteristiche di unicità,  che rivelano non solo la loro bellezza ma invitano il visitatore ad emozionarsi ed appassionarsi  alla cultura artigiana con la rinascita di antiche ed innovative  botteghe".

Lucia Desiati