Residenti di Sant'Antonio Abate denunciano il degrado ma ci sono novità

Attualità
mercoledì 05 maggio 2021
di Lea Di Scipio
Residenti di Sant'Antonio Abate denunciano il degrado ma ci sono novità
Residenti di Sant'Antonio Abate denunciano il degrado ma ci sono novità © vastoweb.com

VASTO. "Erba incolta che ricopre quasi interamente la pensilina dell'autobus, i marciapiedi e il ciglio della strada. Il giardino all'interno della scuola dell'Infanzia pieno di sterpaglia che arriva quasi all'altezza dei cancelli. Noi residenti di Sant'Antonio Abate ci sentiamo completamente abbandonati. Ci sono troppi problemi che rendono la contrada poco decorosa, nonostante in questi anni sia cresciuta e si trovi a due passi dal centro, nonché porta d'ingresso alla città. Siamo stufi di questa situazione. C'è un campetto sportivo che è lasciato completamente all'abbandono nonostante sia frequentato da tanti giovani del quartiere e non solo. Per non parlare del semaforo all'incrocio con la strada per San Salvo che non funziona da tempo immemore. Hanno da poco disegnato una segnaletica orizzontale, però la circolazione resta pericolosa dato le auto sfrecciano senza curarsi delle precedenze".

Questi i problemi più importanti che molti cittadini hanno raccontato alla nostra redazione.

Sul piano di sfalcio l'assessore Gabriele Barisano rassicura che "ci sono tre ditte che attualmente sono a lavoro contemporaneamente, con priorità proprio alle scuole. Ricordo che Vasto, considerando le ampie periferie come San Lorenzo, Pagliarelli, Sant'Antonio e  l'Incoronata, solo per citarne alcune e senza escludere i parchi pubblici, si sviluppa in almeno 300 km di strade che richiedono i relativi tempi di manutenzione".

Ed è anche dalla Nuova Direzione Didattica che arriva la conferma che a breve gli operai torneranno nel plesso Smerilli a liberare il giardino così da consentire ai più piccoli di poterne usufruire, essendo valore inestimabile soprattutto in tempi di Covid

Per quanto concerne, invece, i finanziamenti di riqualificazione che interesseranno Sant'Antonio Abate, ecco quanto dichiarato dal sindaco Francesco Menna: "Intorno ai primi di giugno firmeremo la convenzione con il Ministero e successivamente si potrà indire una gara d'appalto. 

E proprio a seguito della presentazione del progetto è emerso che nel terreno dove attualmente sorge il campetto sportivo, nonché il circolo pensionati, che sono di proprietà del Consorzio di Bonifica, sussiste la presenza di opere abusive per cui è in itinere una pratica di sanitoria. Su input del Comune è stata avviata una procedura per ottenere in comodato d'uso gratuito entrambi i siti, in modo da permettere gli interventi che ad oggi non sono stati possibili, essendo le strutture di proprietà dell'Ente".

Il Comune di Vasto, dunque, si è aggiudicato questi beni e solo quando le opere verranno sanate, pratica che di fatto è partita pochi giorni fa, allora scatterà l'acquisizione vera e propria che permetterà di riqualificare l'area, unitamente al comitato di quartiere, permettendo ai residenti di vivere con più serenità una delle zone più panoramiche e verdi della città.