"A via San Biagio siamo sequestrati in casa: cinghiali in giro dalle 17"

Attualità
mercoledì 28 luglio 2021
di Lea Di Scipio
"A via San Biagio siamo sequestrati in casa: cinghiali in giro dalle 17" © vastoweb.com

VASTO. "Non possiamo vivere la campagna come vorremmo perché abbiamo paura di uscire. La mattina, personalmente, mi piaceva andare a piedi, a passeggio e magari fare un salto da mia cugina per un caffè. Ormai siamo sequestrati letteralmente nelle nostre case".

Torna il grido di dolore di intere famiglie che vivono in via San Biagio, di cui molte imparentate tra loro. In particolare abbiamo incontrato diversi nuclei che abitano nel tratto nord che si imbocca dalla circonvallazione e che passa per l'arco storico, già da qualche anno messo in sicurezza perché a rischio crollo. 
Una riunione sotto la secolare quercia per "parlare dei mille problemi di questo quartiere".

Nel frattempo tante le auto e le moto che circolano, dando visione di una strada trafficata.

Tutti si fermano e si uniscono al coro che unanime racconta: "I cinghiali si sono impadroniti di questa strada. Non possiamo coltivare né per noi né per vendere i prodotti come facevamo prima. Paghiamo per la presenza di ettari di terreno incolti ed abbandonati che diventano dimora perfetta per questi animali. Da circa tre anni la situazione è notevolmente degenerata e li vediamo in mandrie intere scorazzare già dalle 5 del pomeriggio. È una convivenza quotidiana, molti di noi hanno figli che hanno avuto brutte esperienze, per fortuna non disastrose, ma rischiano la propria incolumità in motorino, perché per schivarli possono andare fuori strada. Anzi, molti di loro ci hanno rinunciato e preferiscono farsi accompagnare in macchina. Ci sentiamo abbandonati e inascoltati, e con il covid è anche peggio, i cinghiali si sono moltiplicati in maniera spaventosa.

Vogliamo che questa zona venga bonificata e che mettano dei lampioni perché di notte qui siamo anche completamente al buio".