A Pollutri la cottura delle fave, un antico rito di devozione a San Nicola

Oggi l'apertura della festa con la processione per le vie del paese

Attualità
Vasto giovedì 06 dicembre 2018
di Sara Del Vecchio
Cottura delle fave 2018
Cottura delle fave 2018 © Vastoweb

POLLUTRI. Caldaie pronte dal pomeriggio, legna ammucchiata in attesa di ardere, centinaia di persone nel piazzale della chiesa del Santissimo Salvatore per assistere all'antico rito della "cottura delle fave". Si tratta di una tradizione dal sapore millenario, che avvicina grandi e piccini alla devozione per San Nicola di Bari, patrono di Pollutri. Ogni anno il 5 dicembre si rinnova un appuntamento che coniuga fede, storia e folclore e che richiama migliaia di visitatori nel segno della preghiera e dell'attaccamento alla propria comunità. E' un rito che non dura molto, ma dietro il quale si nasconde il lavoro e la fatica di tanti.

Oltre dieci caldaie, quintali e quintali di fave, grossi roghi ardenti e un odore di fumo che ha riportato la memoria indietro nel tempo, quando ci si nutriva soltanto con i frutti della terra e il fuoco era l'unica fonte di calore. Intorno alle caldaie incandescenti gruppi di uomini e ragazzini che hanno tenuto a bada le fiamme per tutto il tempo.

Al raggiungimento dell'ebollizione, tante donne in corteo hanno sfilato partendo dalla Casa di San Nicola e pregando si sono avvicinate alle caldaie aggiungendo un piatto di sale in ognuna di esse. A conclusione della cerimonia tutti i presenti si sono spostati presso la Casa del Santo dove i membri del Comitato feste hanno distribuito il pane benedetto e le fave, segno di condivisione e solidarietà fra la gente del paese. A presiedere la messa prima della tradizionale cerimonia è stato il parroco monsignor Michele Carlucci. Presenti all'evento anche l'Amministrazione Comunale, la Pro Loco e tante altre realtà associative del paese.

Nella giornata di oggi invece è prevista alle ore 8.00 l'apertura della festa con distribuzione della devozione per tutte le case del paese; alle ore 11.00 la Santa Messa celebrata da Monsignor Domenico Angelo Scotti e processione per le vie del paese accompagnata dalla banda A.B. D'Annunzio di Casalanguida. Alle ore 18.00 Santa Messa e riposizione della statua d'argento raffigurante San Nicola.

GUARDA I VIDEO: