La Prefettura ordina la chiusura del Cas di San Buono

Nicola Filippone: "I migranti saranno trasferiti in altre strutture"

Attualità
Vasto sabato 22 dicembre 2018
di La Redazione
A sinistra l'ex convento di San Buono, a destra il sindaco Nicola Filippone
A sinistra l'ex convento di San Buono, a destra il sindaco Nicola Filippone © Vastoweb

SAN BUONO. A meno di un anno dalla sua apertura chiude i battenti il Cas(Centro Accoglienza Straordinario) situato nell'ex convento di Sant'Antonio, in territorio comunale di San Buono. La decisione è stata presa dalla Prefettura dopo che Asl, Nas e Noe avevano riscontrato delle criticità nella struttura e delle gravi carenze igienico-sanitarie. Stando a quanto appreso infatti il numero di migranti, 56, era superiore alla possibilità di accoglienza del centro stesso (LEGGI).

Nicola Filippone, sindaco di San Buono, ha commentato così: "Faccio un plauso alla Prefettura per aver preso questa decisione. Nei giorni scorsi mi erano state notificate diverse criticità. A riguardo, dopo le opportune verifiche, sto provvedendo all'emissione di un'ordinanza in accordo con quanto deciso dal Prefetto. I migranti saranno trasferiti in altre strutture".

Intanto in giornata è iniziato lo sgombero della struttura che ricordiamo non essere di proprietà del Comune, ma dell' Ordine dei frati minori.