La Lamborghini della Polizia al Giro d'Italia con il Centro Nazionale trapianti

Quest'ultima viene utilizzata per il trasporto degli organi e dei tessuti umani destinati ai trapianti

Attualità
Vasto mercoledì 15 maggio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Lamborghini Polizia
Lamborghini Polizia © Intelligo News

VASTO. La Polizia Stradale, unitamente al Centro Nazionale trapianti, nell’ambito delle iniziative legate al 102° Giro d’Italia ed alla prima edizione del giro e bike 2019, sarà presente, nella mattinata di venerdì, 17 maggio, a Chieti, nel villaggio di partenza del giro e bike, da dove lo stesso partirà in direzione l’Aquila.

Per l’occasione verrà allestito uno spazio espositivo dedicato alla Lamborghini Huracan della Polizia Stradale che, per le sue eccezionali prestazioni e le dotazioni più all’avanguardia di cui è dotata (compreso un frigo box allocato nel cofano anteriore) viene utilizzata per il trasporto degli organi e dei tessuti umani destinati ai trapianti.

La Polizia Stradale ha una lunga ed ormai consolidata esperienza, oltre che nel trasporto attraverso la Lamborghini, anche nelle scorte e nelle staffette che precedono e accompagnano il trasporto di materiale ematico, pazienti ed organi destinati ai trapianti, equipe mediche, che si spostano lungo le arterie stradali dell’intero territorio nazionale.

Per l’occasione sarà presente anche il Professore Franscesco Pisani Direttore della U.O.C. Chirurgia Generale e Trapianti d’organo a direzione universitaria presso l’Ospedale San Salvatore de l’Aquila.

Insieme al Professore sarà presente anche personale del coordinamento ospedaliero trapianti di Chieti, sarà inoltre presente, con un apposito stand, anche L’AIDO (Associazione italiana per la donazione di organi)

La Polizia Stradale è orgogliosa di partecipare fattivamente a questo evento, dove saranno proiettati per il pubblico anche materiali multimediali, al fine di garantire la realizzazione di un percorso di vita e di solidarietà, che segue e scorta con grande partecipazione e senso di responsabilità.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.