Reddito di cittadinanza, partite le convocazioni dei percettori al Centro per l’Impiego di Vasto

La piattaforma di incontro domanda e offerta non è ancora attiva

Attualità
Vasto giovedì 10 ottobre 2019
di Lea Discipio
Più informazioni su
Reddito di cittadinanza, partite le convocazioni dei percettori  al Centro per l’Impiego di Vasto
Reddito di cittadinanza, partite le convocazioni dei percettori al Centro per l’Impiego di Vasto © Vastoweb

VASTO. Nella prima decade di settembre i navigator, che hanno vinto il concorso pubblico indetto nel mese di giugno scorso, si sono insediati presso il Centro per l’Impiego di Vasto.

Dopo un periodo di orientamento all’interno della struttura, i tutor del reddito di cittadinanza sono, da poco più di due settimane, a disposizione di quanti hanno sottoscritto il Patto per il Lavoro. Circa 150, per ora, i percettori che hanno partecipare alla prima fase dello screening dei curricula, numero che comprende anche coloro che hanno richiesto informazioni via telefono o presentandosi presso il centro.

La fase successiva sarà dedicata all’incrocio domanda e offerta di lavoro, attraverso il Siulp, il Sistema Informativo Unitario delle Politiche del Lavoro, un portale unico il cui obiettivo dovrebbe essere quello di mettere in contatto Anpal, navigator e aziende in cerca di personale.

Attualmente questa piattaforma non è ancora stata attivata.

Abbiamo intervistato in merito il responsabile del Centro per l’Impiego di Vasto, Orlando Pierantoni.

Quando si sono insediati i Navigator e come si sta organizzato il servizio?

I Navigator si sono insediati agli inizi di settembre e per adesso ne sono arrivati tre, il quarto arriverà non appena firmato il contratto. Per ora è finita la prima fase di studio nella quale hanno preso contatto con il Centro per l'Impiego, hanno visto il servizio e come vengono erogati. Son passati alla seconda fase che è quella della convocazione dei primi percettori del Reddito di Cittadinanza, in ordine cronologico secondo il protocollo di arrivo. Questa fase ovviamente sarà molto lunga perché qui a Vasto ci sono circa 1000 percettori del Reddito di Cittadinanza, considerando tutti i nuclei familiari che poi verranno convocati in un secondo tempo anch’essi, quindi si potrebbe dire che questa fase avrà una certa durata. Dopo si passerà alle misure di politica attiva per cercare di trovare lavoro o corsi e quant'altro per i percettori del reddito.

Che tipo di slancia ha dato al vostro servizio questa iniziativa del governo?

Finora la gente che si sta avvicinando a chiedere informazioni è tanta. Certamente qui al centro per l'impiego non manca l'utenza, però io spero che questo servizio ci possa aiutare a dare risposte alla maggioranza dei percettori perché non dimentichiamoci che è vero che sono percettori di reddito ma sono comunque disoccupati quindi rientrano nella fattispecie di categorie professionali delle quali dobbiamo prenderci cura.

Come verrà gestito il doppio binario che vede da una parte i percettori del reddito di cittadinanza e dall'altra chi non ha accesso al reddito?

Questo è uno dei nodi cruciali che dobbiamo approcciare e da affrontare, perché la mia prima obiezione, ma penso di tutti i miei colleghi, è stata quella di dare il massimo per aiutare i percettori reddito di cittadinanza senza peraltro trascurare le decine di migliaia di nostri scritti che il reddito non lo percepiscono, ma che hanno lo stesso diritto e bisogno di trovare un lavoro.

Per concludere, ci sono stati degli episodi che hanno mostrato, attraverso le parole degli utenti, che magari c'è una mala informazione o un'informazione parziale su quello che sta succedendo?

Come in tutti i processi di inizio c'è sempre qualcosa che non è stato ben compreso o non è stato spiegato. Molto spesso il Reddito di cittadinanza è stato visto come una indennità data così soltanto perché si è disoccupati e non si è tenuto conto che invece il reddito di cittadinanza obbliga i percettori poi ad impegnarsi a loro volta in attività che possono essere e che saranno, ancora non iniziano, lavori di pubblica utilità o partecipare a corsi e a non rifiutare le eventuali proposte di lavoro che verranno loro offerte e io spero che saranno tante.

GUARDA IL VIDEO: