A Cupello presentati lo sportello antiviolenza "Save" e il progetto "Insieme"

L'obiettivo è di creare una sinergia tra il Comune, l'associazione Emily Abruzzo e le scuole di Cupello

Attualità
sabato 19 ottobre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Presentato il protocollo di intesa tra Comune di Cupello e associazione Emily Abruzzo
Presentato il protocollo di intesa tra Comune di Cupello e associazione Emily Abruzzo © Vastoweb

CUPELLO. E' stato presentato ieri sera, presso la sala multimediale del palazzo comunale, il protocollo d’intesa tra il Comune di Cupello e l’Associazione di promozione sociale Emily Abruzzo” per l’istituzione dello Sportello Antiviolenza “SAVE” e l’attuazione del Progetto “Insieme”.

Lo Sportello antiviolenza “SAVE” non è altro che l’istituzione di uno sportello che garantisca la presenza di professioniste, le quali gratuitamente offriranno supporto alle donne vittime di violenza di ogni genere, in locali protetti messi a disposizione dal Comune, mediante interventi di accoglienza e consulenza psicologica e legale;

Il Progetto “INSIEME” invece riguarda la prevenzione all’interno delle classi della scuola secondaria di primo grado del plesso di Cupello, educando le giovani generazioni alla tolleranza e al rispetto, nonché offrendo supporto a eventuali studenti e studentesse in difficoltà;

Erano presenti il Sindaco, dott.ssa Graziana Di Florio, l'assessore alle politiche sociali, dott.ssa Giuliana Chioli. In rappresentanza dell’associazione Emily Abruzzo c'erano tre cupellesi doc: le psicologhe Anna Cimino e Antonella Sabatini, e l'avvocato Concetta Di Stefano.

Tra il pubblico c' erano il Comandante dei Carabinieri di Vasto Amedeo Consales, il tenente Luca D'Ambrosio e il maresciallo della locale stazione.

Il protocollo d'Intesa dunque prevede di attivare lo sportello antiviolenza garantendo una volta a settimana, in orari da concordare, la presenza fissa di una professionista (psicologa o avvocatessa), preventivamente contattabile tramite linea telefonica dedicata o email, che fornisca sostegno alle donne di ogni etnia e religione, vittime di violenza fisica, sessuale, psicologica, economica o stalking, nonché ai loro figli, mediante interventi di accoglienza e consulenza completamente gratuiti;

L'altro obiettivo quello di svolgere attività di prevenzione all’interno delle classi, finalizzata a rompere gli stereotipi di genere, educando le nuove generazioni alla tolleranza della diversità, al rispetto ed alla valorizzazione della propria e dell’altrui prospettiva; informare le famiglie dell’istituzione dello sportello antiviolenza attivato presso il Comune di Cupello, per segnalare casi di difficile gestione all’interno delle classi ed avviare così, con la preziosa collaborazione degli insegnanti, un intervento ad hoc per affrontare la situazione segnalata (gli alunni potranno contattare le operatrici anche attraverso apposito contatto whatsapp o tramite messaggio privato inviato al profilo Facebook dello Sportello suddetto); potenziare il dialogo interno ed il confronto di gruppo, favorire un’adeguata gestione delle emozioni ed individuare strategie funzionali alla risoluzione di eventuali conflitti interni alle classi in cui verrà realizzato l’intervento.