Angela Pennetta: «È urgente la nomina delle figure apicali dell'ospedale di Vasto»

Francesco Menna: "Presidio fondamentale che deve esprimere servizi, diritto alla salute, Costituzione e umanità"

Attualità
Vasto domenica 10 novembre 2019
di Federico Cosenza
Più informazioni su
La manifestazione in difesa dell'ospedale San Pio
La manifestazione in difesa dell'ospedale San Pio © Vastoweb

VASTO. Difendere l'ospedale di Vasto ed in particolare i diritti dei suoi pazienti e del personale medico in servizio. E' questo l'obiettivo della manifestazione che si è tenuta in mattinata davanti al presidio ospedaliero vastese e che è stata organizzata dall'avvocato Angela Pennetta, presidente del comitato civico "L'Arcobaleno".

Quest'ultima ha affermato: "Ogni volta che il comitato civico organizza qualcosa vi è sempre una grande risposta. I cittadini di Vasto hanno bisogno di partecipare direttamente. Viva il comitato civico L'Arcobaleno e viva i cittadini che riescono a partecipare nonostante i numerosi ostacoli che ci sono stati frapposti".

Nei manifesti abbiamo riportato i primi dieci punti delle nostre richieste; l'urgenza più grave è quella della nomina delle figure apicali dell'ospedale di Vasto, cioè undici primari e il Direttore sanitario".

Tra i presenti anche il sindaco di Vasto, Francesco Menna, che ha detto: "Ringrazio il comitato L'Arcobaleno, Angela Pennetta e i tanti cittadini che oggi sono intervenuti a difesa di un presidio fondamentale che deve esprimere servizi, diritto alla salute, Costituzione e umanità.

Riguardo la polemica sull'angiografo, circa un anno fa ho autorizzato l'installazione dell'angiografo e quindi la predisposizione del reparto di radiologia interventistica. La brutta notizia di pochi giorni fa è che la Asl ha revocato l'acquisto dell'angiografo. Questo va contro gli interessi di un ospedale di confine che ha sempre più bisogno di strumenti e personale, a maggior ragione poiché d'estate la popolazione arriva a circa centomila abitanti".

GUARDA IL VIDEO: