Casalbordino, giovane mamma con bambina inseguita da cinghiali in pieno giorno

La donna è illesa: “Ringrazio il ciclista che mi ha soccorsa"

Attualità
sabato 08 febbraio 2020
di La Redazione
Casalbordino, giovane mamma con bambina inseguita da cinghiali in pieno giorno
Casalbordino, giovane mamma con bambina inseguita da cinghiali in pieno giorno © Enzo Dossi

CASALBORDINO. Questa mattina verso le 11, in località Casalbordino lido, ingresso pista ciclopedonale da Casalbordino verso Torino di Sangro, una giovane mamma, M.S., che passeggiava con una bambina di pochi mesi, è stata rincorsa da 3 cinghiali e costretta a fuggire per circa 300 metri.

Fortunatamente nei paraggi era presente un ciclista e un gruppo di passanti che l’hanno aiutata. La donna è stata circondata e inseguita dai cinghiali, nello specifico si trattava di una mamma inferocita che aveva con sé i suoi piccoli. A detta di persone che frequentano la via Verde, è diventato un pericolo costante anche di giorno.

La signora ancora provata, ha affermato: “Ringrazio il ciclista che mi ha soccorsa e soprattutto le mie gambe che fortunatamente non mi hanno abbandonata in questa sfortunata circostanza. Ringraziando Dio sono tutta intera”.

Da qualche tempo nel dibattito pubblico locale emerge con regolarità la questione dei cinghiali, animali che di solito vivono nelle zone boschive ma che da qualche anno si inoltrano spesso nei centri abitati, attirando l’attenzione e causando frequenti incidenti. Ormai è un’emergenza, la Protezione civile di Casalbordino sollecita con insistenza le autorità regionali competenti per trovare soluzioni alla gestione di questo grave problema, invitando la popolazione territoriale di prestare attenzione.

Enzo Dossi