Rinnovo patenti auto, torna l'incubo delle visite presso le commissioni mediche locali

Smargiassi: "Assurdo modificare un servizio che funziona"

Attualità
lunedì 22 giugno 2020
di La Redazione
Rinnovo patente
Rinnovo patente © Legfy

ABRUZZO. La notizia, ancora da confermare, vorrebbe un ritorno al passato per quanto riguarda le pratiche per il rinnovo delle patenti auto. Al fine del rinnovo delle varie patenti di guida, l'accertamento dei requisiti fisici e psichici del candidato o conducente viene effettuato da commissioni mediche locali, costituite in ogni provincia presso le unità sanitarie locali del capoluogo di provincia.

Il Consigliere Regionale Pietro Smargiassi era riuscito, attraverso una propria risoluzione, a costituire un vero e proprio servizio di prossimità attraverso il quale ogni soggetto richiedente il rinnovo poteva recarsi presso le sedi ASL locali, dislocate nei vari centri cittadini, per sottoporsi alla visita ed accertamenti.

“Il compromesso raggiunto anche grazie al mio impegno era stato molto apprezzato dagli utenti; difatti, non dover raggiungere il capoluogo di provincia per la visita di controllo, recandosi invece nella asl più vicina alla propria abitazione garantiva, soprattutto agli utenti residenti in località dell’entroterra, un servizio di prossimità e soprattutto evitava la formazione di inutili code ed interminabili attese con il rischio, concreto, di vedersi rinviata ad altra data la visita per il rinnovo della patente. Si era creato, in sostanza, un servizio virtuoso che andava incontro soprattutto alle esigenze dei più anziani e dei soggetti con gravi patologie, che non venivano costretti ad affrontare lunghi es estenuanti viaggi per raggiungere i capoluoghi di provincia.

Da sommarie informazioni assunte -continua Smargiassi- parrebbe che dal prossimo 31 luglio questo servizio verrà eliminato, con la conseguenza che i cittadini dovranno di nuovo recarsi presso i quattro capoluoghi di provincia per veder rinnovato il proprio titolo di guida. Una scelta- spiega il Consigliere 5 Stelle - incomprensibile e discutibile, visto che di fatto si elimina un servizio che aveva portato benefici sotto il punto di vista organizzativo ed era stato molto apprezzato dall’utenza.

Non intendo quindi restare con le mani in mano e per questo ho già esposto all’Assessore Verì la problematica ricevendo dalla stessa l’impegno a che si mantenga il servizio di rinnovo patenti con l’attuale organizzazione, continuando quindi a garantire che un delegato delle commissioni medico locali si rechi nei presidi asl territorialmente strategici e prossimi alle aree montane più svantaggiate della nostra regione.

Nelle prossime ore, inoltre, depositerò una risoluzione con cui si rinnova l’impegno del Governo Regionale a mantenere inalterato il servizio per come attualmente fruito dagli utenti. Quando si è di fronte a delle buone prassi è completamente inutile tornare indietro, peggiorando i servizi al cittadino” conclude.