"Chiediamo al Comune di tutelare il patrimonio arboreo cittadino e di ampliarlo"

Il Comitato per la tutela del verde pubblico lancia una raccolta firme per velocizzare l'attuazione del piano

Attualità
martedì 30 giugno 2020
di Federico Cosenza
Più informazioni su
Comitato in difesa del verde pubblico di Vasto
Comitato in difesa del verde pubblico di Vasto © Vastoweb

VASTO. Si è riunito nella serata di oggi, presso la villa comunale di Vasto, il neonato Comitato per la tutela del verde pubblico. Quest'ultimo è sorto in maniera spontanea a seguito del taglio di 8 pini in via Ritucci Chinni, gesto che ha creato numerose polemiche in città (Leggi).

Il Comitato che ha come referenti Gianlorenzo Molino, Renato Rossi e Alessandro Cianci ha come obiettivo quello di sollecitare l'approvazione del regolamento del verde pubblico cittadino e per farlo ha indetto anche una raccolta firme.

Quest'ultima terminerà il 12 luglio e gli attivisti sperano di superare abbondantemente le mille adesioni come conferma Luigi Cinquina: "La raccolta firme è stata lanciata per incentivare l'approvazione del piano del verde pubblico. Siamo a favore e non contro il regolamento a cui sta lavorando il Comune, vogliamo solo velocizzare l'iter."

Per Gianlorenzo Molino Vasto non può permettersi più di non avere un regolamento per la gestione del verde urbano: "Il Comune sta lavorando ad un regolamento da anni, precisamente dal 2007, noi chiediamo solo che venga attuato riconoscendo alcuni principi fondamentali. Vogliamo affermare il principio per cui gli alberi migliorano il benessere pubblico, sono una fonte di aggregazione, migliorano la coesione sociale e l'affezione della cittadinanza verso il proprio territorio. Chiediamo al Comune dunque di tutelare il patrimonio arboreo cittadino e di ampliarlo progressivamente, anche in virtù della legge che prevede che venga piantato un albero per ogni nato."