Traffico illegale di cani: "Non comprate animali di illecita provenienza"

"Il Movimento Animalista Abruzzo esprime stima e gratitudine alle Forze dell'ordine"

Attualità
mercoledì 08 luglio 2020
di La Redazione
Scoperto canile lager
Scoperto canile lager © Vastoweb

ABRUZZO. L' ultima operazione condotta dai Carabinieri Forestali di Lanciano, Ortona e del Nucleo Carabinieri Carabinieri Cites di Pescara ha portato alla scoperta nel Chietino di un allevamento abusivo di cani di razza, detenuti in condizioni igienico sanitarie drammatiche e destinati alle vendite online (Leggi).

Il Movimento Animalista Abruzzo esprime stima e gratitudine alle Forze dell'ordine, ma al contempo desidera rinnovare un appello ai cittadini, esortandoli a non comprare i cani, troppo spesso di illecita provenienza, ma piuttosto ad adottarli.

"Il traffico illegale di cani è inconsapevolmente alimentato da persone che desiderano comprare cuccioli di razza al miglior prezzo, così tanti animali vengono allevati illegalmente in condizioni malsane e pericolose per la loro salute e la loro vita" - così Guido Mammarella, Coordinatore per la Regione Abruzzo del Movimento fondato dall'on. Michela Vittoria Brambilla - " ed è anche per questo che vi invitiamo all'adozione e non all' acquisto, perché contribuirete a fermare una pratica molto spesso illecita e pericolosa" .

"Il caso appena emerso in provincia di Chieti è solo l'ultimo di una lunga fila " prosegue Mammarella " l'allevamento ed il commercio illegale, favoriti anche dai siti internet di annunci, costituiscono un fenomeno odioso che tratta i cani come oggetti, con acquirenti che cercano il prezzo più scontato come se si trattasse dell'offerta della settimana al supermercato. Per questo, nella scelta dei nostri amici animali va preferita l'adozione presso uno dei tanti canili presenti anche in Abruzzo, per donare una nuova vita ad animali spesso abbandonati, in attesa solo di una nuova opportunità. Perché l'amore non si compra!».

Guido Mammarella, Coordinatore Regionale Abruzzo Movimento Animalista